main index Click here for helicopters La mia tesi di laurea Linux pages Le mie pagine Apple sono qui!

La mia pagina di lagne è questa ma la pagina più lagnosa e documentata è certamente questa.


Qui sotto, il testo di alcuni messaggi che ho scritto a proposito di un pixel guasto sul display TFT da diciassette pollici del mio Powerbook G4, un guasto comparso a fine maggio 2005, cioè a meno di un mese dall'acquisto. La politica commerciale Apple prevede la sostituzione (entro l'anno di garanzia) solo a seguito di valutazione "caso per caso"; pare che se ci sono cinque pixel guasti (o almeno due in zona adiacente e molto fastidiosa, cioè lontana dai bordi) ci sia speranza di farselo sostituire.

Da ieri sera mi è comparso un pixel "sempreverde" sul Powerbook G4 17'' 2005 che mi è arrivato il 29 aprile 2005, cioè meno di un mese fa.

Sono inquartato come una belva. Se ci fossero dieci giga di "bad sectors" sull'ardisco, non ne farei una tragedia. Ma un pixel verde su un display 17" così bello è peggio che un graffio sul cofano di una Ferrari.

È una macchina fantastica, ma questo pixel a un paio di centimetri dal bordo sinistro è un'oscenità mai vista. Una pessima pubblicità per la Apple, perché a differenza dei "bad sectors" si vede, si vede bene...

Hai provato a "massaggiare" delicatamente con un panno morbido l'area incriminata? Ad alcuni è stato sufficiente per far "rivivere" il pixel.

Già provato a "massaggiare" (ed anche con una certa violenza, poiché la cosa mi ha innervosito parecchio), ma non è servito. Le "macchie" create dal "massaggio" (quelle più scure dovute ai polpastrelli e quelle più chiare dovute all'unghia) svaniscono in pochi istanti, ma il pixellino verde resta lì, più verde che mai. Dovrò nasconderlo tenendoci sempre in zona qualche finestra a sfondo verde o bianco sempre aperta...

Da parte mia non riesco a pensare a nessuna "causa scatenante"; è comparso così, all'improvviso, e senza la possibilità di farmi dire "dato che l'avevo maltrattato, potrebbe essere colpa mia".

E vedo in giro che il tema "dead pixel" è uno dei più discussi quanto ad Apple... :-(

Certo, magari mi si risponderà: "non diffondere queste notizie, che poi la gente comincia a pensare che il Powerbook G4 fa schifo". Confesso che anch'io mi ero allarmato quando leggevo qualche poveraccio che scriveva che il touchpad del suo Powerbook G4 gli andava a singhiozzo. Il mio touchpad è invece sempre andato benissimo.

Ma al touchpad c'è rimedio, all'hard disk c'è rimedio... e allo schermo? Sul sito Apple dicono che con un display che ha tre transistor per ogni pixel può essere normale che non tutti siano "perfetti". Questa cosa davvero mi stupisce: anche le RAM sono fatte da transistor, e se un banco da un gigabyte (che contiene non meno di qualche miliardo di transistor) ha un transistor difettoso, allora la memoria è riconoscibile per difettosa e puoi reclamare e fartelo cambiare. E sì che i transistor delle RAM e dei processori devono essere fatti come si deve, visto l'uso in condizioni difficili...!

Certo che è una vera disperazione spendere quasi tremila euro per un bestione del genere full-optional, e dopo neanche un mese ritrovarsi con uno dei problemi più fastidiosi in assoluto... e tutti i colleghi che quando se ne accorgeranno infieriranno senza pietà: "Ah, Apple costa così tanto e poi ti vende un portatile con il display difettoso e per giunta non te lo cambia nemmeno?". Non mi era mai capitato con i precedenti notebook (Acer, Asus, IBM), e nessuno dei miei colleghi (qui in azienda si vedono notebook di tutti i tipi e in ogni angolo) nessuno ha un pixel difettoso, anche con quelle schifezze di notebook comprati al supermercato (non sto scherzando).

Il guaio si aggrava pure col fatto che se un giorno vorrò rivendere questo Powerbook G4, quel pixel mi costerà molto caro... :-(

p.s.: per gli altri che stanno leggendo: SCONSIGLIO di ripetere quel "massaggio" che ho fatto io in un momento di crisi isterica (non vorrei ricevere la felice visita dei vostri avvocati), anche se il display ha retto benissimo alla mia violenza.

Ma dai, tanto dopo un po' ci si abitua, anch'io ho un pixel rovinato, e dopo un po' di tempo mi ci sono abituato... A meno che non trovi una scusa per mandarlo in garanzia...

Guarda, io mi son già rassegnato a tenermelo, perché per me stare 10-15 giorni (o piú) senza Powerbook G4 è peggio che stare un mese senza ossigeno.

A quelli che mi dicono che l'occhio ci si abitua, vorrei far notare che ci si abitua al più l'occhio del proprietario. Ogni persona nuova che vede quel pixel dirà: "la Apple ti ha mandato uno schermo difettoso? e perché non lo cambi? come? non te lo cambia? ma non ti hanno dato la garanzia? come? tremila euro e la garanzia non copre il caso di un pixel danneggiato?". Su un display così perfetto e così bello (miseriaccia, diciassette pollicioni, rispetto agli altri portatili è immenso), quel difettino ha un effetto ancora più devastante.

Poi, se ti ci si abitua l'occhio, certamente non ci si abitua la testa, perché dopo che hai sputato sudore e sangue per comprarlo, dopo neanche un mese che lo usi, ti arriva la maledettissima sorpresa...

Per non parlare della vendetta di tutti i winzozzari qua intorno con i loro puzzolentissimi portatilini da seicento-settecento euro comprati ad Auchan e a Città Mercato, tutti rigorosamente dead-pixel-free (si tratta di un caso? possibile?). Paradossale che nella mia vita informatica il primo TFT con un pixel difettoso che io abbia mai visto sia stato questo Apple. Ho visto display "spompati", display con "nuvole" (zone chiare), display spegnersi per non più riaccendersi, ma mai un pixel "stuck" (come nel mio caso, "sempre verde") o bruciato (come in altri casi da voi citati, cioè sempre spento, quindi "dead").

Paradossale che quello che dovrebbe essere "argomento convincente" (lo sapete tutti quant'è maestoso un Powerbook G4 17") dopo neanche un mese si trasformi in argomento esattamente opposto (magari il 99% dei Powerbook G4 in circolazione non presenta questo problema, ma basta un esempio contrario così lampante per far dimenticare quel 99%, specialmente quando il tuo amico che consideri il guru dell'informatica si compra un Powerbook G4 17" e tu sbavi d'invidia e dopo neanche un mese gli esce un pixel bruciato e lui non può farselo cambiare perché è uno solo pixel anziché cinque o sei). Paradossale che proprio io con l'Apple debba tenere aperti continuamente documenti con sfondo bianco esattamente "in zona" proprio per evitare motteggi e sfotto'.

Lo ripeto: se su un hard disk ti ritrovi un po' di settori rovinati, pazienza, riformatti e reinstalli, e tutto va liscio come prima (quante volte l'ho fatto in questi anni!) Ma il display di un computer "portatile" dovrebbe essere necessariamente perfetto. Specialmente per un'azienda - come la Apple - così attenta alla propria immagine.

Ma dai! I display dei portatili a 700 euro hanno meno pixel, quindi è normale che non abbiano "dead pixel" o "stuck pixel"...

Qua ci sono pure diversi Dell a risoluzione 1440 (ma a 130dpi, quindi "effetto unghia di zampa di formica") e loro i "dead pixel" non ce li hanno. Sarà un caso, ma in giro qui solo io (e solo su questo Powerbook G4 17") ho un pixel danneggiato.

Sapere peraltro di tutti questi casi di dead e stuck pixels su altre macchine Apple (perfino sui preziosissimi, bellissimi e costosissimi Cinema Display, oppure apparsi sui display dei portatili dopo addirittura qualche mese dall'acquisto) mi mette in allarme rosso per tutti i miei prossimi acquisti (che pure saranno Apple, perché ritornare ai PC mi sembra un'orribile oscenità).

Come ho già scritto ieri, se un portatile da 700 euro esce senza dead pixel non è perché ha "solo" 800mila punti contro 1.300.000 del Powerbook G4 17" (il rapporto non è mica di cinquanta a uno!!), ma perché perfino il pregiatissimo display da diciassette pollici del Powerbook G4 è stato messo insieme in estrema economica (chissà, forse ancora più estrema che quella dei portatilini da 600-700 euro). Se tu compri un banco di memoria da un gigabyte (che contiene diversi miliardi di transistor, non qualche milione), se un transistor è rotto, la memoria è evidentemente "difettosa" e hai diritto di sostituzione entro l'anno di garanzia (il difetto è "bloccante"). Ma per qualche misterioso motivo (ufficialmente di area economica) un display "rovinato proprio in quel punto" non è da sostituire.

Con lo stesso criterio, quando vai a comprarti una Ferrari, vedi che ti stanno per consegnare un modello con un vistoso graffio sul cofano (ben profondo, si vede la lamiera). Tu protesti, e loro ti fanno vedere una clausola in piccolo dove si dice che fino a cinque graffi la cosa è da ritenersi normale perché le automobili di tutte le marche sono soggette a graffi. Che quindi i tuoi vicini di casa girino tutti con le loro Panda e Y10 coperte di polvere e fanghiglia ma senza un graffio da anni ed anni, non farebbe testo... E tu che fai, un concessionario così, non lo linci?

Cosa devo pensare? Gli esperti dei miei stivali dicono: "vabbeh, ma che saranno mai tre o quattro dead/stuck pixels su un TFT da 17 pollici? sono piccoli, non disturbano troppo". Vorrei vedervi nei miei panni, quando la gente viene a chiedervi in segreto e tutta tremante: "ma veramente sei passato ad Apple? è veramente perfetto come dici?", e quel maledettissimo pixel sta lì a far bella mostra di sé.

Peraltro mi chiedo quanto costerebbe farmi sostituire il display (solo per sapere per quanti euro incide il monitor sul prezzo totale del Powerbook G4, e capire perché alla Apple sono stati talmente tirchi da scrivere che è accettabile un difettaccio del genere perennemente evidente.


Ma tanto ti ci abituerai, io mi sono già abituato, dopotutto il tuo pixel guasto è a pochi centimetri dal bordo, secondo me non dà fastidio...

Evidentemente non avete letto tutti i messaggi, per cui devo riassumere.

1) per quello che l'ho pagato, è una rogna tremendissima avere un pixel guasto. Sui notebook PC succede molto meno spesso. Perché?

2) che un computer sia "facile da usare" non significa che ci sia da tollerare un difetto vergognoso come quello. Un pixel bruciato lo vede praticamente chiunque ti si avvicina. Ma come, per "thinkare differentemente" bisogna accontentarsi di un hardware pur bellissimo ma con qualche bel difettone? ma che razza di ragionamento è?

3) per qualche misterioso motivo, il primo pixel guasto della mia vita informatica l'ho visto sul mio primo notebook Apple. I miei precedenti notebook (IBM Thinkpad A21m, Asus A1370D, Acer Extensa 355) e i notebook di tutti i miei amici e colleghi NON HANNO pixel guasti!

4) se uno mi dice "tanto ci si abitua, io mi ci sono abituato, tu ti ci abituerai", è la stessa cosa di andare vicino ad uno a cui gli hanno amputato un occhio a causa di un incidente e gli si dice "ma non preoccuparti, tanto ti ci abituerai", illudendosi che così gli si fa passare il dolore.

5) a te che la fai tanto facile proporrei di scambiare il mio Powerbook G4 17" (con pixel guasto) col tuo (senza pixel guasti): tanto hai detto che non ti dà nessun fastidio...!


E dai... sei stato sfortunato... sui PC avviene con la stessa frequenza, se non più spesso! Siccome tu hai visto una mucca bianca allora pensi che tutte le mucche siano bianche...

Evidentemente avviene solo sui PC delle tue parti. Qui (grande azienda con un numero spropositato di notebook PC in circolazione, di tutte le risoluzioni e di tutti i prezzi, più il gran numero di display TFT da scrivania) non è così.

E ve lo posso ripetere fino alla nausea, perché a furia di vedere notebook e display vari, come si dice dalle mie parti, "ci ho fatto l'occhio". Conosco i miei polli e le mie mucche. So bene quanto sia eccellente la resa dei colori e il contrasto del display del mio Powerbook G4 rispetto ai display di quei PC plebei. Ma so anche che il primo maledetto pixel guasto è comparso qui anziché a loro. Questo è un fatto, non è un'opinione; ed è un fatto documentatissimo la politica commerciale della Apple quanto ai pixel guasti.

E per giunta tutte queste testimonianze qui e nei forum dedicati ad Apple (italiani e non) cominciano a farmi pensare che il maledetto problema dei dead/stuck pixel sugli Apple sia tutt'altro che un caso raro.

Non m'interessa "cosa" siano gli schermi Apple, da chi si rifornisca di display TFT, quali accordi abbia firmato.
Mi dà un colossale fastidio il fatto che un Powerbook G4 17", dopo un mese dall'acquisto, tira fuori un problema del genere e che secondo la politica di vendita Apple debbo tenermelo. Punto.
E a tutti quelli che cercano di minimizzare, auguro di tutto cuore di ritrovarsi un pixel guasto su ogni loro acquisto Apple, presente, passato e futuro. Una cosa è riconoscere l'esistenza di un problema, altra cosa è minimizzare o addirittura fingere che il problema non esiste... per evitare che mamma Apple perda "immagine" proprio nel forum dove scrivevamo questi messaggi.


La campagna pubblicitaria "Think Different" parlava di come usare il computer, non parlava della perfezione dell'hardware...

Non è il caso di spaccare il capello in quattro. È un'indecenza che l'Apple si presenti come "differente" e poi si permetta robette che erano appannaggio dell'ultimo dei PC-cloni asiatici.

Ricordi l'esempio della Ferrari con un graffio vistoso sul cofano, e il concessionario che ti dice "ma no, fino a cinque graffi è normale"...? ricordi? È normale? Secondo me no, non è normale.


Ma tutti i computer, Apple o non Apple, hanno difettucci qua e là, dai...

Guarda, forse ancora non è chiaro il problema.

Alcuni "difetti" si possono far diventare invisibili (i "bad sector" dell'hard disk).

Altri difetti sono secondari. Che il masterizzatore Matshita vada a 8× solo con i Maxell/Apple è un fatto secondario, una cosa di cui si può dire "beh, pazienza" (a meno che non lo hai comprato con lo scopo di masterizzare una ventina di DVD al giorno).

Altri difetti no. Lo stuck pixel è uno di questi. E lo vedo bello e chiaro ogni volta che scrivo un messaggio qui dentro, come in questo momento.

Vorrei vedere voi a sentirvi dire: "ah, la Apple vende notebook così costosi con schermi difettosi e poi non li sostituisce?", e tu ti senti un deficiente perché vorresti rispondere "tanto ci si abitua", ma non ci credi tu e pretenderesti che ci credano loro...?

La Ferrari col graffione sul cofano non perde nulla quanto a prestazioni, abitabilità, eccetera. Ma quando il concessionario ti dice "fino a cinque graffi non sostituiamo niente", ti senti preso per i fondelli o no? E quando gli altri ti dicono "ma dai, può capitare; vuoi solo sfogarti; ci si abitua subito; eccetera", ti senti preso per i fondelli o no?


Guarda, a me sull'auto nuova, dopo pochi giorni, un sassolino caduto da qualche cavalcavia mentre ero in autostrada mi ha graffiato e rovinato il parabrezza...

Il paragone non si può fare.

Il sassolino è un incidente, un fattore esterno.

La casa automobilistica non ti ha consegnato un parabrezza su cui dopo meno di un mese spuntano difetti dal nulla, dicendoti "fino a cinque difetti non te lo cambiamo".


Piccola parentesi: un attimo fa un collega mi ha chiesto un po' di SuperAttak perché gli si è scollato un pezzo del suo notebook Asus.

In compenso il suo display TFT è perfetto.


Ma dai, supponi di comprare un'automobile di una casa che si rifornisce di parabrezza da case che non garantiscono del tutto l'assenza di difetti, eccetera eccetera... E poi al limite puoi rivendere il Powerbook G4 a prezzo leggermente inferiore di quello che avresti potuto chiedere con un display perfetto... dopotutto, secondo me, tutti i costruttori di display TFT hanno questa politica commerciale... Tanto ti ci abituerai, prima o poi...

Scusami, ma mi sembra inutile arrampicarsi sugli specchi.

Tutti i costruttori di display TFT tirano fuori pezzi soggetti a difetti? Questa tua ipotesi contrasta con quello che ho io visto sui PC portatili da molti anni a questa parte (e ti assicuro che ne ho visti e ne vedo davvero parecchi).

Al difettino ci si abitua? Forse sì... ma solo nel caso in cui un "dead pixel" è il primo (o l'ultimo) della prima riga di pixel del display (che, a causa del menu arrotondato, raramente avremo modo di vedere di un colore diverso dal nero).

"Supponi che". Con questa frase già si parte col piede sbagliato: io ho un problema reale, e le "supposizioni" non me lo toglieranno. Mi dite che dovrei "farmene una ragione", ma questo non cambia nulla di quel che ho detto finora.

Vendere questo Powerbook G4 per "leggermente meno" di quanto avrei potuto chiedere col display perfetto? Questo "leggermente" è una svalutazione molto più concreta (e meno "leggera") di quello che pensi. Lo comprerebbe solo uno che ha già un Apple, già con gravi esperienze di pixel guasti, e comunque solo a prezzo stracciato, poiché magari nel frattempo il mio vicino di casa gli propone il suo, fortunatamente con display perfetto, a prezzo normale.

Uno che non ha mai avuto computer con display senza guasti (anche se magari un po' spompati quanto a contrasto e colori) storcerà malamente il naso nel vedere che questo bellissimo "diciassette pollici" ha un difettaccio così odioso.


Google
 
Web www.alfonsomartone.itb.it

Il mio Powerbook G4 col monitor esterno (estensione desktop) a destra e l'iBook di Massimo (a sinistra) connesso via AirPort Extreme (802.11g: WiFi 54Mbps)

send e-mail - continua (next page)