Qui sotto, le mie conclusioni dopo una conversazione con alcuni amici appassionati di queste cose, tenuta davanti a una ricca quantità di pizza e birra a ottobre 2008. Pochi mesi dopo la situazione è alquanto cambiata...


Non c'è niente di più frustrante del vedere un hardware che ispira simpatia ma la cui configurazione (per certi versi troppo ricca e per certi altri troppo povera) non ispira alcun progetto a chi non sia un hard developer (che cioè può investirvi nottate su nottate per mesi interi).

"Difetti" della Beagleboard revisione "B":

- troppo hardware; sarebbe triste usarla in un progetto embedded trascurando del tutto la sezione DSP e HDMI (ci vorrebbe una Beagleboard "mini", senza la sezione DSP e video: suppongo che il prezzo calerebbe del 20-30%);

- troppi connettori (per di più, attualmente, sparsi su tutti i lati, per cui le dimensioni di sette per sette centimetri non sono indicative di quanto sarà grande la soluzione "inscatolata" completa);

- ancora inesistente una piattaforma Linux completa (c'è la Debian/ARM ma non è ottimizzata per niente e in particolare non supporta l'accelerazione video; c'è la HandHelds Mojo - ex Ubuntu/ARM - ma ha lo stesso problema; c'è la Angstrom ma va ancora rimaneggiata; l'omapfbplay va meglio del mplayer accelerato con istruzioni NEON; anzi, non sono ancora di serie le librerie ottimizzate per NEON; etc).

Nota: per fortuna buona parte di queste considerazioni, a distanza di pochi mesi, perdono valore. Il DSP è meglio averlo che star senza, visto che si può usare per altre cose (non solo per la decodifica video). Col passare dei mesi è emersa anche la Ubuntu 9.04 per ARM, e prossimamente c'è da aspettarsi di vederla ottimizzata per Cortex-A8).

"Difetti" della Gumstix:

- nessun connettore canonico (ad eccezione della microSD; praticamente la versione base è utile solo come microcontroller a cui basta un po' di GPIO)

- ancora nessuna scheda di espansione per networking wireless (sarà dovuto all'incompatibilità con le Verdex e Connex, che entro la fine del 2008 finiranno nell'oblio con tutte le loro espansioni); quando ci saranno schede del genere, il prezzo di una soluzione Gumstix (già alquanto alto di suo) lieviterà inesorabilmente;

- con la pressoché indispensabile daughterboard (che pure indica come "sperimentale" l'agognata USB-host), le dimensioni totali non sono più tanto piccole come recita la pubblicità (arrivano infatti ad otto per quattro centimetri).

A distanza di sei mesi, paradossalmente, queste considerazioni sono ancora valide. La fretta di lanciare sul mercato la propria soluzione (per di più non economicissima) e la carenza di espansioni agganciabili ai suoi connettori proprietari, stanno rendendo la Gumstix un prodotto di nicchia ancor più nicchia di prima...

"Difetti" del GTA02 OpenMoko:

- progetto nato già vecchio e superato (ancora solo GPRS; memoria video e memoria flash assurdamente lenti rispetto a soluzioni altrettanto economiche esistenti sul mercato; GTA03 EDGE ancora lontanissimo; GTA04 UMTS neanche a parlarne; etc);

- team di sviluppo squinternato: ancora inesistente una piattaforma Linux base affidabile (anche senza interfaccia grafica)

- insomma, dopo due anni dal lancio è ancora una piattaforma per hard developers.

Nota: nella primavera del 2009 tutto ciò non è ancora cambiato, facendomi presagire una possibile morte del progetto. Evidentemente non bastano grandi idee e grandi progetti: ci vogliono anche persone sufficientemente determinate da mandare avanti il tutto fino a che non si raggiunge la "massa critica" di appassionati tale che il progetto si autosostiene.

Mamma, ma cosa combini? Aiuto!

send e-mail