main index ATTENZIONE! WARNING!! SPOILER AHEAD!!!

Questa pagina tratta di un episodio della serie Ghost in the Shell: Stand Alone Complex 2nd GIG.

La prima serie di Stand Alone Complex è discussa qui.


19: Chain reaction of simmetry (reazione a catena di simmetrie)

Clamoroso: direi che qui l'autore ha finalmente ritrovato l'ispirazione (o, più malignamente, direi che ha finalmente incassato tutti gli stipendi arretrati). La storia finalmente rientra nel vivo, e sarà su questa linea fino all'ultimo episodio.

La situazione è appena precipitata: i rifugiati dell'area di Dejima si sono dichiarati regione autonoma. Che brusco risveglio dagli episodi precedenti, eh?

Per chi non l'avesse ancora capito, quell'infame di Gouda mezza-faccia è il marionettista che "induce" a suo piacimento il comportamento di Kuze, sia pure non controllandolo totalmente. E Gouda, capo dei servizi segreti del governo (in inglese si direbbe "Cabinet Intelligence Agency", che suona come la CIA americana, "Central Intelligence Agency"), è il prossimo bersaglio una volta che la sezione 9 abbia messo le mani su Kuze.

Fra parentesi, tener lontana la sezione 9 dalla propria attività di indagine e information warfare era assolutamente necessario da parte di Gouda, che si è permesso il lusso di "creare un caso" più e più volte: il pilota morto sugli elicotteri per mettere a dura prova (se non in seria difficoltà) la sezione 9; l'inutile strage nel finto trasporto di materiale radioattivo; il gruppo dei Particularist Eleven, etc.

E stavolta va tutto storto, ma proprio tutto. Un'imboscata in piena regola, su uno scenario costruito di proposito. E Yano, una delle due reclute, ci ha rimesso la pelle.

Momenti spassoso:

Giudizio complessivo: importante e veramente ben fatto.


Il duomo di Napoli

home page - continua (next page)