continua (next page) Frasi Famose index main index Alcune importanti premesse:

Pertanto le seguenti considerazioni non sono inquinate da tifoserie autocelebrative.

Toccherò solo gli argomenti che mi hanno fatto riflettere.


Lo "Zune Pass": smontiamo il mito di iTunes Music Store.

Nell'iTunes Music Store, quindici brani costano quasi quindici dollari. Lo Zune Pass, invece, con quindici dollari, dà accesso all'ascolto per un mese a tutto il catalogo; dieci canzoni a scelta ti restano per sempre, mentre le altre scadono dopo un mese. Per di più, con un solo Zune Pass si possono imbottire di musica tre Zune diversi.

Insomma, l'iTunes Store ha una formula semplice ma costosa... e lo Zune ha una forma più semplice e meno costosa. innegabile. Nokia ha fatto ancor meglio, ma non intendo parlarne qui.


Nessun "gap generazionale" per lo Zune: si può "upgradare" il firmware dello Zune... ma quello dell'iPod no.

Non m'importa che sui nuovi iPod ci sia hardware diverso e migliore della generazione precedente. Sto solo osservando che ogni aggiornamento firmware degli Zune è disponibile per tutte le versioni, anche per chi a suo tempo si arrischiò a comprare uno Zune 30.

Morale della favola: la detestabile Microsoft sta offrendo qualcosa che la detestabile Apple non offre. Quanto al firmware, infatti, gli Zune non "invecchiano" ma gli iPod sì. Chi compra un iPod, compra un prodotto chiuso, che diventa definitivamente obsoleto non appena esce il modello successivo.

Osservazione: nel campo delle fotocamere digitali, il firmware "upgradabile" è una feature che è assente solo nelle fotocamere di fascia medio-bassa.


Wireless: quel che ancora manca all'iPod.

Wireless non solo per la sincronizzazione del database delle canzoni: c'è di più. Poter far ascoltare una canzone ad un amico che non ha ancora lo Zune. Mandandogliela via wireless. Oppure giocare via wireless ai giochi installati (non saranno granché, ma la feature c'è sullo Zune e manca all'iPod).

Morale della favola: stavolta è stata la Microsoft a innovare. La Apple dovrebbe... ehm... "copiare" quel che ha già fatto la Microsoft.


Radio FM: quel che la Apple non fa.

Chi compra un iPod, lo può usare solo con i file audio che ci mette dentro di proposito. Se sei in giro e vuoi ascoltare qualcosa di diverso - come ad esempio le trasmissioni radio - non puoi farlo con l'iPod: devi aggiungere nel tuo taschino anche una radio FM tascabile. Invece lo Zune la radio FM ce l'ha.

Morale della favola: la radio FM è un add-on che costa poco in termini di hardware, ma per qualche misterioso motivo è affiorata nei computer e nei mediaplayer portatili solo in questi ultimi anni e tuttora non è abbastanza diffusa. Ed infatti lo Zune ce l'ha e l'iPod no.


Dalla TV allo Zune: si potrebbe anche sull'iPod, ma...

Col deprecabile Windows Vista Home Premium si può registrare un programma TV su hard disk e poi sincronizzarlo direttamente su iPod. Si può fare anche su Apple e iPod, ma costa qualche cliccata in più.

Morale della favola: "stavolta è più user-friendly Vista che OS X".


Insomma, il tanto deprecabile (e tanto deprecato) Microsoft Zune ha qualcosa da insegnare all'Apple iPod.

Voglio chiudere qui il discorso con un paio di digressioni:

- il mercato è pieno di questi strani aggeggi che fanno "quasi" tutto e si distinguono poco tra loro (l'iPod Touch è a metà strada tra l'iPhone e l'iPod: come a dire che la Apple vuol farsi concorrenza da sola);

- qui in giro ho visto una quantità sterminata di lettori MP3 di cui solo un 10-15% erano iPod, riconoscibili grazie al loro design da oggetto per "superfighetto". Evidentemente, nel sud Italia, c'è gente per cui la funzionalità ("suonare gli MP3") è sufficiente, e non si vuole spendere di più per avere un design più accattivante.


Click here for index page.

send e-mail - continua (next page)