main index Click here for helicopters La mia tesi di laurea Linux pages Un tizio legge queste mie pagine sugli Apple Mac e mi scrive per sgridarmi che il Mac non ha futuro, che il Powerbook G4 costa troppo e pesa troppo e che per 1800 euro si può "trovare su Google" un notebook equivalente con tutte le caratteristiche, che il mercato è strapieno di sistemi Windows, che un buon notebook di due chili e mezzo basato su Centrino costerà un migliaio di euro, che il Mac OS X86 che ha provato sul suo notebook è roba che non lo ha affatto soddisfatto e...

Intanto chiariamo:

1) Windows e i virus te li tieni tu; da parte mia ho abbandonato Linux (temporaneamente, non per sempre) solo perché non ne potevo più di configurare e smanettare;

2) Per seicento grammi di differenza val bene la pena di avere un diciassette pollici; che poi costi un euro a grammo significa pur sempre che è una macchina affidabile (non come questi portatilini da un migliaio di euro che dopo un anno sono quasi da buttare);

ATTENZIONE: questo discorso era molto più consistente quando la piattaforma era veramente alternativa al mondo PC. Ora che gli Apple Mac sono quasi dei "PC compatibili" la faccenda è evidentemente diversa...

3) un ultrapiatto da diciassette pollici è più portabile di un tredici pollici normale (non scherzo, e te lo dico dopo aver portato un anno sulle spalle questo Mac e due anni precedenti un Asus e un IBM di cui parlo nel mio sito);

4) il portatile "da 1800 euro con le caratteristiche che dici tu", se bisogna cercarlo con Google vuol dire che lo fanno i cinesini, quelli che fanno la gara a sparagno-sparagnino, quelli che se ti si guasta una virgoletta devi solo disperarti, quelli che annunciano pomposi una garanzia che quasi non esiste...

ATTENZIONE: in effetti i computer Apple riportano la scritta "Designed in California - Assembled in China".

5) il Mac OS X è stato fatto su misura dei computer Apple, e se l'hanno fatto uscire sulle P2P (non credo molto all'azione "eroica" di alcuni sviluppatori) è solo per creare hype, solo per farsi pubblicità. Intanto in giro ci si diverte a prendere l'audio del keynote di Bill Gates incollandolo su immagini e video del Mac OS: finestre trasparenti, ricerca veloce nel disco, etc. L'obbiettivo di Jobs è far soldi, e cioè rosicchiare quote di mercato di Windows: se un 5% di gente Windows passa al Mac, significa che Jobs ha raddoppiato i suoi introiti e può ben essere contento.

6) è un curioso segno dei tempi che molta gente stia passando (tornando) da Linux al Mac: "quello che avviene nei laboratori di ricerca delle università è esattamente ciò che avverrà nei prossimi 5-10 anni a casa vostra" (è sempre stato così, per tantissime cose: browsers, voip, drag&drop, file-sharing, tavolette grafiche, email, internetworking, etc). Nel mio piccolo sono un profeta: prima che Internet divenisse di massa, mi guardavano con aria di sufficienza per dirmi: "eeeh, ma che devi fare, è tutta in inglese, non serve a niente", e un anno dopo, grazie alla TV, gli stessi mi dicevano "eeeh, oggi bisogna conoscere l'inglese, perché su internet ci serve moltissimo"... nel 1994 mi guardavano con aria di sufficienza per dirmi: "eeeh, ma che devi fare, Linux è una cosa per smanettoni, non ha futuro, c'è già Windows che fa tutto", e poi qualche anno dopo sono tornati da me a chiedermi di installargli e configurargli Linux... Oggi mi guardano dicendo (disperatamente) che il Mac non serve a niente... ;-)

ATTENZIONE: oggi mi stanno tutti dicendo che se la Apple tira fuori dei computer che sono dei banalissimi Pentium Centrino (sia pure cambiando i nomi: "Pentium" diventa "Core" e "Centrino" diventa "Napa"), tanto vale comprarsi un PC... leggi qui il resto.

Post scriptum

Il Powerbook G4 da 17 pollici è una gran bella macchina: un display semplicemente enorme, con una carretta di accessori tutti di serie, il tutto in tre chili di peso. Tu forse sei abituato ai portatili formato "mattone gigante", e quindi capisco la tua (errata) osservazione.

Mac OS X è in linea di massima quello che avrebbe dovuto essere Linux.

Windows l'ho abbandonato nel 1994, quando probabilmente tu non sapevi neppure cos'era il computer. Sono andato avanti per undici anni con Linux, e poi a fine aprile 2005 sono passato al Mac, ricompilando i miei software (quelli che avevo sviluppato io) praticamente senza modifiche (cosa impossibile se avessi usato Windows).


Centro direzionale di Napoli

send e-mail - continua (next page)