continua (next page) main index

This is "DOS", a 184-page german computer magazine of April 1988. Great! German computer people are always cool guys.
Questa è "DOS. Das magazin fuer aktive PC-anwender", una potente rivista tedesca nata nell'87, e che parla nientemeno che del... DOS! (clicca qui per le altre riviste).

È roba veramente ben fatta: i dettagli tecnici scendono fino all'inverosimile. Listati stracommentati, spiegazioni a non finire: si direbbe veramente una rivista per non esperti fatta da veri esperti. In Italia mi sembra di aver visto o riviste per veri "iniziati", o riviste talmente semplici da apparire banali.

Passare dal dBase II al dBase III Diagrammi di flusso, listati con checksum ogni riga, esempi a raffica, commenti massicci... questi sì che son tedeschi! (Basta con i complimenti, altrimenti mi danno la cittadinanza onoraria e un abbonamento omaggio).

184 pagine, prezzo di copertina DM 6,50 (ouch!), perfettamente in linea con i prezzi dei computer e del software che trovo nelle pubblicità - prezzi decisamente più alti di quelli italiani in quello stesso 1988.

Il tipico esperto informatico tedesco Qui a sinistra, il tipico esperto informatico tedesco. Occhialetti da "strafighetto", giubbone di pelle con borchie, tastiera super-avanzata (all'epoca infatti esistevano le tastiere XT plebee da 80 tasti e le tastiere AT da 101 tasti), modem acustico con accoppiatore a forma di cornetta telefonica nell'altra mano, e riviste di informatica avanzata sparse in giro...!

La CGA come l'EGA, a 16 colori... L'articolo più potente in assoluto è quello per ottenere 16 colori per pixel su una scheda CGA, sfruttando un modo balzàno dei registri della modalità testo. Mi "sparai le pose" con questa novità per lungo tempo. Non capivo un tubo di tedesco (come oggi) ma "16 Farben" e il listato di esempio li capivo benissimo. Ormai le CGA erano in declino: le EGA erano già in giro da parecchio e le VGA erano in arrivo... (Ovviamente l'effetto neve delle vecchie CGA limitava drasticamente l'uso di una utility del genere).

Articoli su come organizzare razionalmente le proprie directory. Articoli su come sfruttare i programmi "a hotkey" come il SideKick della Borland. Massicci articoli di programmazione in Forth e Turbo Pascal. Listati in assembler per sfruttare meglio la stampante. Articoli e listati in Basic, Assembler, C. Uno "strafighetto" informatico in una pubblicità

Insomma, è una rivista ben fatta, da far crepare d'invidia le Il numero di maggio '89 di DOS riviste nostrane che - salvo due o tre casi al massimo - proprio non si salvavano. Una vera rivista da "era dei pionieri". Mi domando se anche quella, nel giro di poco tempo, si sia svenduta al mercato, come avveniva in Italia (per esempio, quando uscì il '486/25, tutte le riviste di informatica italiane gridavano in coro che per un buon server occorre un '386/33... era più che ovvio che lo dicevano solo perché i rivenditori volevano togliersi dai piedi quei '386 divenuti improvvisamente obsoleti, ma lo dicevano lo stesso!)

Pubblicità della Mannesmann Tally: "Sind Sie Tallyaner?" (fa il verso alla frase "lei è italiano?"). L'omino che si gusta la stampante risponde: "Leise Laser machen froh-Tallyssimo!".

Fotografia della stazione ferroviaria di Hackerbruecke e articoletto con gioco di parole "hacker-bruecke". Vignetta col gioco di parole "boot" (stivale). Articolone su come recuperare i dati in caso di crash dell'ardisco. Che spasso!


La copertina della rivista DOS

indietro (previous page) - send e-mail - continua (next page)