main index Cominciamo bene: da un giorno e mezzo che ho la FZ20, e già ho trovato (e verificato) la prima feature nascosta... Anche se l'indagine non è ancora completa, pubblico qui i primi risultati. La feature nascosta c'era già nella FZ10 versione americana e quindi - guarda caso - ce la ritroviamo bella e pronta anche nella FZ20.

(n.b.: le mie pagine sulle fotocamere digitali sono qui)


Indice:


Normalmente la fotocamera attiva il video-out PAL a colori solo sul modo "playback" (quando si va a rivedere le fotografie); se si passa ad uno dei modi "recording" (P/A/S/M/etc) il video-out viene disattivato (funzionano quindi solo il display LCD o il mirino EVF).

Vantaggi: con la procedura descritta qui sotto si attiva il video-out perennemente (anche durante i menu, anche durante i modi "recording") per cui, collegando la fotocamera ad un qualsiasi televisore, si potrà usare il televisore come mirino esterno.

Da parte mia ho provato sia su un TV 19" che aveva un proprio ingresso A/V, sia su un TV 28" attraverso un vecchio videoregistratore che aveva il proprio ingresso A/V, ed ha funzionato in entrambi i casi.

L'idea è quella di comprare uno di quei piccoli televisori portatili con schermo in bianco e nero da 5-7 pollici e dotati di ingresso A/V (costano attualmente meno di trenta euro) per usarlo come "mirino esterno" assai più utilmente di quei display LCD "ruotabili" di alcune fotocamere e videocamere molto famose.

Ai più fanatici consiglierei di acquistare un televisore al plasma da 42" e poi portarselo in giro come mirino aggiuntivo... ;-)

Svantaggi: sul TV (direttamente o attraverso il videoregistratore) l'immagine appariva in bianco e nero, sia nei modi "playback", sia nei modi "recording", sia durante i menu. La FZ20 infatti sceglierà l'uscita NTSC (e nel setup della FZ20 non è possibile cambiarlo). Per di più nell'effettuare questo cambiamento (verso questa modalità o per tornare alla modalità originale con "playback" a colori) si ottiene di resettare la fotocamera (compreso il contatore delle fotografie e l'orologio interno).

Gustosa rettifica!! Alberto mi scrive: "sono reduce dalla procedura di regionalizzazione USA, andata a buon fine e con il piacevole risultato di avere sempre l'uscita AV attiva, ma non in bianco e nero, bensì a colori!! Penso che sia merito del mio TV Sony che riconosce nel suo ingresso AV sia il formato PAL che quello NTSC".

Commento mio: io ho ottenuto "in bianco e nero" nonostante il mio videoregistratore Sony supporti sia PAL che NTSC (legge perfino le videocassette NTSC, mai viste qui in Italia, anche se è solo grazie al banale "play NTSC on PAL"). Buona fortuna...!

Riassumendo:

Spiegazioni: penso di poter riassumere la politica commerciale della Panasonic per le Lumix FZ10 e FZ20 in questo modo:

  1. il video-out durante il "recording" è concesso solo alla locality USA;
  2. alle locality Japan, Euro+UK+Asia, Korea resta il video-out soltanto durante il modo "playback";
  3. alla locality "PM" (??) il video-out sembra perennemente disabilitato (!!);
  4. alla locality Japan sono concesse per i menù della FZ20 solo la lingua giapponese (che è il default) e la lingua inglese;
  5. alle altre locality si possono selezionare le varie lingue (ed il default è l'inglese); nella locality Euro+UK+Asia ed in quella USA si può scegliere la lingua italiana per i menu.

Dunque per ottenere il video-out durante il "recording" occorre cambiare la locality da europea ad USA (chissà perché per questa feature giapponesi ed europei son trattati peggio degli americani...) :-)

Ecco la procedura da seguire - attenzione a non sbagliare!

Primo passo: assicurarsi che nel menu il "bip" sia attivato. Spegnere la FZ20 e ruotare il selettore in modo "P".

Secondo passo: tenendo premuti contemporaneamente i tasti "su" (del cursore alla destra del display LCD) e "burst mode" (quello dello scatto a raffica, accanto al tasto di scatto), accendere la FZ20.

Terzo passo: ruotare il selettore in modo "riproduzione immagini" (l'icona verde successiva al modo "P").

Quarto passo: premere contemporaneamente "burst mode" e "su" (dalla FZ20 si sentirà un "bip").

Quinto passo: ruotare il selettore nuovamente al modo "P".

Sesto passo: premendo contemporaneamente il tasto "destra" e il tasto "menu", spostare l'interruttore da ON ad OFF. Clamorosamente la FZ20 non si spegne (infatti quell'interruttore non è un vero e proprio interruttore, ma solo una coppia di tasti), e compare il menu del setup della locality.

Settimo passo: premendo il tasto "giù" scegliere la locality USA (se si voleva attivare l'uscita video-out anche durante i modi di "recording") oppure quella Euro/UK/Asia (se si voleva tornare alla configurazione originale della fotocamera). Confermare premendo il tasto "destra".

Ottavo passo: riconfigurare la FZ20 e... buon divertimento :-)


Piccola postilla: tutto quanto detto sopra è stato verificato anche sulla Panasonic Lumix FZ10 e pare che vada bene anche su altre Lumix (ovviamente non posso garantirlo; se qualcuno ne sa di più, apprezzo volentieri le segnalazioni).

Importante: un utente è riuscito a cambiare la locality su una Lumix FX01 con la stessa procedura sopradescritta, ma poi riporta di non essere più riuscito a disattivare la locality da quella giapponese (dovendosi così tenere i menu in inglese e rimanere senza garanzia).

Attualmente, io stesso ho la fotocamera "localizzata USA" ma con i menu in italiano, e ne sono arcicontento.

Qualcuno mi ha chiesto da dove ho ripescato tutte queste informazioni: evidentemente non tutti amano spazzolare siti e forum in inglese e francese per poi magari trovare, tra tanta spazzatura, anche qualcosa di buono... :-)


Leggere la versione del firmware della FZ20

ATTENZIONE:

Come al solito la gente prima combina i guai e poi mi chiede come si fa a risolverli. Un utente infatti mi scrive:
...ho letto un po' della tua pagina ma non avevo ancora letto "attenzione" che avevo già provato, e ora non so come si fa a levare quel maledetto punto esclamativo dal display della fotocamera... potresti inviarmi la soluzione?

La soluzione? Boh? Il guaio l'hai già fatto e pertanto l'unica cosa che si può provare (non garantisco che funzioni sempre!) è di resettare la "locality" come indicato qui (e lo ripeto ancora: non posso garantire nulla!)

Facilissimo:

La versione che a me viene visualizzata è:
VER 1.0C:0000
    FZ20:008F
  09.02 13:18

Se quella "C" non ha un significato "numerico", direi che è la primissima versione del firmware, e un codice "macchina" che vale 008F (che pure avrà un significato "versione").
La terza riga potrebbe essere data/ora di produzione, presumibilmente mese e giorno del rilascio (quindi "2 settembre 2004, ore 13:18", a meno che non abbia altri significati come lotto, stabilimento, etc). Leggo in giro che ci sono altre versioni:

Dunque presumibilmente qualcuno potrebbe svegliarsi un bel mattino e dire che vuole "upgradare" la sua 1.08 alla versione 1.0C, ma a parte pochi ingegneri della Panasonic, nessun altro essere umano sa quali modifiche ci sono tra le versioni... :-)
Già sento squillare le trombe di orde infuriate di possessori di FZ20 reclamare un upgrade e la diffusione delle release notes dei nuovi firmware... E fu così che si scoprì che erano state corrette nientemeno che un paio di sperdute scritte nei menu di lingua cinese! ;-)
Ho provato sulla FZ50 e... ovviamente non funziona. Probabilmente occorre provare qualche altro tasto, poiché la mappatura dei tasti potrebbe essere cambiata.

ATTENZIONE: fino a che non spegnete la FZ20, la procedura sopra indicata (detta comunemente service mode) attiverà nel menu "setup" della FZ20 un'opzione "Pixel Refresh" che la Panasonic stessa sconsiglia di utilizzare (pena il decadimento della garanzia ed il probabilissimo danneggiamento del display LCD, "refreshato" senza le opportune cautele che noi non conosciamo, e con possibile aggiunta di "dead pixels"). No, non è uno scherzo. Uomo avvisato...!


Alimentatore originale Kodak Altra postilla: con la FZ20 sto utilizzando l'alimentatore della vecchia Kodak (qui a lato la foto della targhetta). L'alimentatore aveva lo stesso connettore, la stessa polarità, lo stesso voltaggio (sette volt sono sufficienti per alimentare la FZ20) e per di più non scalda (e non scalda neppure la fotocamera) perché è sottosfruttato (sarebbe infatti capace di tirar fuori 1800mA), quindi ringrazio di tutto cuore la Kodak per quell'alimentatore di inizio 1999, che mi ha risparmiato (oggi, inizio 2005) di acquistare un alimentatore originale Panasonic :-)
Evviva la compatibilità! :-)

Nota: alcuni credevano che con tale potenza l'alimentatore fosse in grado di ricaricare la batteria della fotocamera. Con questo alimentatore della Kodak ciò non avviene. Non so se con altri alimentatori si ricarichi davvero la batteria, ma ne dubito: a quel punto anziché di un caricabatterie la Panasonic ci avrebbe dotato di serie un alimentatore vero...

Evviva! L'alimentatore sopracitato funziona anche con la Lumix FZ50. Ovviamente qualsiasi altro alimentatore dotato dello stesso connettore, con la stessa polarità, e con la stessa tensione, e con lo stesso amperaggio, funzionerà tranquillamente...!

Ulteriore postilla: ho provato anche una MMC (multimedia-card) da 128Mb, della Sandisk, e la velocità di salvataggio delle foto era come previsto nettamente inferiore a quella della SD (secure-digital) da 512Mb, sempre Sandisk, stavolta Ultra II.


La foto qui sotto: una ricca cena a base di insalata di fagioli cannellini (non come i borlotti che si vedono qui)) con origano, e zéppulélle al sale (frittelle di pasta soffiata, non so come si chiamino in italiano: il dialetto napoletano, quanto alla culinaria, è semplicemente ricchissimo).


Che delizia: fagioli cannellini all'insalata e ''zeppulell'' fritte di pasta soffiata

e-mail - continua (next page)