continua (next page) main index Nel cosiddetto "buio Medioevo", pressoché in contemporanea con l'inizio delle ondate di eresia che attraverseranno tutto il Duecento, durante il meglio del cosiddetto "oscurantismo" della Chiesa e a ridosso della riconquista della Sicilia al cattolicesimo, tra il 1174 e il 1185 veniva realizzato il Duomo di Monreale.

Non c'è bisogno di scendere in dettagli tecnici (absidi, archi, tarsie, seimilatrecentoquaranta metri quadrati di mosaico a fondo d'oro, etc): appena entrati, uno sguardo di sfuggita a sinistra e a destra (prime due immagini: lo navata, lunga un centinaio di metri e larga quaranta) suggerisce anche al più distratto visitatore la densità della fede di quella gente che in onore del proprio Dio concepiva simili opere d'arte.


Entrati al duomo di Monreale sul lato sinistro

Stessa posizione, guardando verso il fondo

Uno degli altari

Avvicinandoci al Cristo Pantocratore

Dettaglio del Cristo Pantocratore

home page - send e-mail - continua (next page)