continua (next page) Index of UNOFFICIAL Circumvesuviana Home Page main index

Some notes about the "Italian gauge" (950mm narrow-gauge).
Ecco cosa mi scrive Giuliano (da Firenze) a proposito della Circumvesuviana:

Lo scartamento "950 mm" nasce intorno al 1880 per puro caso: da rotabili con scartamento di un metro (uno dei più diffusi al mondo e tanto anche in Europa) furono misurati i lati interni delle ruote e ne derivò una misura differente, tanto che lo "zero-novantacinque" è universalmente noto come Scartamento Italiano.

La stragran parte delle linee a scartamento ridotto nel nostro paese ha questa misura, mentre all'estero ci sono state solo le linee coloniali in Libia e in Eritrea, più una in Brasile, ma che con gli italiani non ha nulla a che vedere e ha chiuso intorno al 1960.

Tutto lo scartamento ridotto che rimane in Italia ha caratteristiche antiquate e non è mai stato ammodernato a partire dagli anni '60, mentre la Vesuviana è quasi al livello delle ferrovie del Giappone: come dire che è l'eccezione che conferma la regola.

Fin da bambino (abitavo a Ischia) sono stato colpito dall'incredibile modernità del materiale, all'epoca mi ricordava proprio i cartoni animati nipponici. La cosa ancora più incredibile è che la Vesuviana è addirittura in espansione, mentre nel resto d'Italia si stenta a andare avanti e si chiudono ancora linee, come in Sardegna e Calabria.

La velocità di novanta chilometri orari è quella delle metropolitane a scartamento normale, quindi un bel risultato di efficienza. Per la cronaca, la maggiore velocità mai ottenuta su scartamento ridotto è di 250 km/h in Sud Africa nel '79 con una motrice diesel speciale, mentre in Giappone (che condivide col Sud Africa lo scartamento di 1067 mm, poco più del nostro) i convogli hanno una velocità di crociera di centoventi, se escludiamo le linee ad alta velocità "Shin Kansen" che sono a scartamento normale.

In ogni caso, la Vesuviana è la più moderna rete a scartamento ridotto non solo italiana, ma europea! In una città come Napoli che ha mantenuto una densità di collegamenti su rotaia degna di una grande capitale mondiale (in fondo Napoli è stata e sarà di nuovo una delle più importanti capitali d'Europa, solo che non se lo ricorda), che come la Vesuviana è in espansione con nuove linee che vengono costruite.


Postilla importante per i fan dei treni LEGO interessati a creare un modello della Circumvesuviana (incluso il sottoscritto)

Dato che lo scartamento della Vesuviana è di 950mm, con i binari standard LEGO occorre utilizzare una scala 1:25 (25cm equivalgono a uno stud).

Le dimensioni di un elettrotreno completo risulterebbero però davvero grandi:

I problemi principali da risolvere nella costruzione dell'elettrotreno sono:

Da notare che per far "accomodare" minifig a sufficienza occorrerebbe una larghezza di 18 stud (1 per bordo + 3+3 per i due sedili + 4 per corridoio + 3+3 sedili + 1 bordo), ossia una scala 1:15 (la scala minifig è in realtà attorno a 1:45). Riducendo i sedili a 2 stud scenderemmo dal 18-wide al 14-wide, ancora troppo rispetto al 10-wide che ci si proponeva.

Se ne deduce che è impossibile rispettare rigorosamente le dimensioni, ed occorrerà sacrificare le proporzioni.

Se qualcuno ha altre idee, è il benvenuto!


In uscita dalla stazione di Pompei Santuario

indietro (previous page) - home page - send e-mail - continua (next page)