continua (next page) Index of UNOFFICIAL Circumvesuviana Home Page Click here for helicopters main index L'utilizzo un po' imbecille del software può fare danni colossali. Ho letto di un paio di cose che vi traduco qui sotto.

Caso 1: guai con il Microsoft Word.

Nel corso di una causa, un tizio riceve dall'avvocato di parte avversa via email un file in formato Microsoft Word contenente un documento di proposta di accordi. Lo carica sul computer di casa e clicca sul menù "Strumenti / Mostra revisioni" e così vede in colore rosso tutte le modifiche e tutti i commenti originali dell'avvocato di parte avversa, ricostruendo tutto ciò che in teoria non avrebbe dovuto sapere.

L'avvocato di parte avversa semplicemente ignorava che nel file DOC di Word stanno molte più informazioni di quelle che si vedono a video. Se proprio non voleva mandargli la versione stampata, avrebbe dovuto salvare il file in un formato che contenga solo il testo (l'unico definitivamente sicuro è ovviamente il formato TXT).

Aggiornamento: gli stessi guai sono capitati nel 2003 anche a Tony Blair...!

Caso 2: guai con i file PDF.

Viene declassificato il solito "documento segreto della CIA" e viene convertito in formato PDF per la pubblicazione. Per motivi di sicurezza, vengono cancellati i nomi di alcuni agenti, applicando un riquadro nero sui nomi, in modo da non cambiare tutta l'impaginazione.

Un tizio preleva il documento e lo visualizza sul suo vecchio computer di casa. A causa della lentezza e della poca memoria disponibile, lui vede tracciare lentamente le pagine PDF sul video, e vede per qualche secondo i nomi, dopodiché vede i riquadri neri apparirvi sopra. Il formato PDF infatti, pur essendo un formato di stampa, non contiene il disegno finale, ma una lista di oggetti (testo, colori, disegni, riquadri, etc) che vengono applicati progressivamente durante la visualizzazione e la stampa. Per evitare questo guaio, chi ha creato il PDF avrebbe dovuto cancellare manualmente i nomi dal documento originale, a costo di perdere l'impaginazione.

Considerazioni conclusive

Ho perso diversi documenti (e recuperato male pochi altri) che ho scritto una decina d'anni fa e più, su wordprocessors e publishers oggi non più disponibili - casi notevoli, il "Wordstar 2000" (per DOS), "NewsMaster" (DOS), "Ami Pro" (Windows 3.0), "Ventura 2.0" (GEM sotto DOS).

Chi può garantire che tra dieci o quindici anni siano ancora disponibili dei convertitori per i criptici formati di Office, Microsoft Mail, etc?


Google
 
Web www.alfonsomartone.itb.it

Arrivando in treno a Salerno...

send e-mail - continua (next page)