main index Index of UNOFFICIAL Circumvesuviana Home Page Chicca e... index Il caso clinico sotto descritto viene presentato esclusivamente per placare l'ira del malcapitato. L'ira, infatti, non accenna a diminuire, come si vedrà nell'epilogo.


Verso i quattro anni di età ebbe in regalo un set da falegname: martellino, seghina, chiodini, legnino. Ci giocò cinque minuti, anche se si era già reso conto della perfida mollezza di quell'attrezzaturina, costruita ovviamente in modo da evitare incidenti ai piccoli aspiranti.

Cercò delicatamente di fissare un chiodino in una delle assicine di legnino a corredo della costruzione. Il chiodino ovviamente non ne voleva sapere di entrate; provate voi a dare una martellatina abbastanza delicatina su di un chiodino più spuntato e più molleggiante di un wurstel.

A questo punto il piccino capì che per evitare di proseguire all'infinito ci voleva una martellata come si deve. SDANG! La parte metallica del martellino partì sparata a ottomila chilometri orari verso una direzione qualsiasi, ed il dolce bimbo si ritrovò con il chiodino appena appena fissato nel legnino, e la manichina del martellino ancora tra le manine. Del becco metallico, più nessuna traccia.

A questo punto, pur avendo intuito i concetti di forza centrifuga ed energia cinetica, il pargolo andò nello sgabuzzino del paparino a prelevare un possente martellone da "fravecatore" (cioè carpentiere), una sega per legno ed un seghetto per metalli, nonché un arcipotente trapano a velocità variabile con punte per legno, cemento e metalli. EVVIVA! Gaudio, tripudio e giubilo! Finalmente si può fare sul serio...!

Appurato che segare costa estrema fatica, e martellare richiede una discreta precisione manuale, nei giorni successivi si dedicò quasi esclusivamente a fare buchi. Sforacchiava ovunque, l'unico freno era costituito dalle possibili urla della mammina (la quale era intenta a lagnarsi col papino di aver scelto un giocattolo così poco resistente).

Epilogo. Buchi ovunque, a tutt'oggi. In compenso ha ripreso a martellare chiodi, fracassando senza pietà nei momenti in cui sbagliava la mira.


Click here for index page.

home page - send e-mail