main index Ray Tracing index Il Capobanda!!! Carissimi amici, ho un problema.

Le parole della lingua italiana non significano più quello che dicono, ma vanno interpretate a seconda di chi le dice. Dunque l'italiano non è più una lingua, ma una famiglia di lingue diverse.

Questo è il primo di una serie di articoli che pubblicherò sul mio doppiamente arcipotenziatissimo sito.


Piccolo vocabolario contenente la traduzione dal linguaggio delle donne alla lingua italiana.

Verrà aggiornato periodicamente, su questa stessa pagina, sulla base delle mie osservazioni.

Linguaggio femminile:Lingua italiana:
Secondo me, noi due avremmo bisogno di... Voglio, pretendo, esigo che...
Questo lo avevi deciso tu. La decisione corretta a questo punto dovrebbe essere ovvia.
Allora fai pure come ti pare. Te la farò pagare al momento giusto.
C'è bisogno che ne parliamo. Ho bisogno di lagnarmi un po'.
Sicuro? e allora vai avanti. Non pensarci nemmeno!
Non sono arrabbiata. Sono inferocita! Deficiente!
Sei un po' troppo macho. Da quanto tempo non ti lavi? E quella barba? E quei modi barbari?
Sembri così gentile stasera. So già cosa ti passa per la testa.
La nostra cucina non mi sembra più molto adatta... Comincia a cercare una nuova casa!
Ci vorrebbero delle tendine nuove... ...e pure tappeti, poltrone, parati, mobili...
E va bene, sistemala lì. NON devi metterla lì!
Mi è sembrato di sentire uno strano rumore. Avevi appena cominciato a russare come un vecchio trombone.
Mi vuoi bene? Sto per chiederti qualcosa di molto costoso.
Quanto mi vuoi bene? Ehm, ho fatto un guaio, ma di quelli colossali...
Sarò pronta in un minuto. Mettiti comodo e guardati pure tutta la partita fino alla fine.
Secondo te sono grassa? Ho urgente bisogno di sentirmi dire che ho una linea snella e che sono davvero carina.
Devi imparare a dialogare. Devi essere d'accordo con me.
Ma mi stai ascoltando o no? Sei finito.
Sì. No.
No. No.
Forse. No.
Mi dispiace. Ti dispiacerà (e molto!)
Ti piace questa mia ricetta? Ti ci dovrai abituare.
Cos'è che non va? Sempre le stesse cose. Niente.
Cos'è che non va? Niente. Tutto.
Cos'è che non va? Tutto! Niente.
Cos'è che non va? Niente, davvero! Deficiente.
Cos'è che non va? Non voglio parlarne adesso. Sto ancora impegnata a costruire le prove contro di te.

Due torri del centro direzionale di Napoli

home page - send e-mail