main index Attenzione: clicca qui per l'indice delle pagine che ho dedicato alle fotocamere digitali.


Come faccio a leggere le informazioni riguardanti la foto scattata dalla mia FZ30? Intendo: tempo di scatto, esposizione, etc... ci vuole qualche driver particolare?

Guarda, io ho un Macintosh e non ho installato nessun driver: le informazioni di cui parli stanno nel blocco EXIF all'inizio del file JPEG, e il software GraphicConverter (avuto in bundle col Mac OS X) mi dice tempi, esposizione, ISO, etc. So che sotto Linux c'è una utility scritta in Python (exif.py) che dato un JPEG ne estrae (se ci sono) quelle informazioni, che peraltro sono codificate in modo standard e quindi almeno quelle essenziali (tempo, apertura, ISO, flash) dovresti poterle leggere ovunque.


Dove si trovano le caratteristiche tecniche delle lenti aggiuntive della Raynox? Cosa devo fare per montare il DCR6600Pro della Raynox sulla mia FZ30?

Per la FZ10 e FZ20 le lenti Raynox sono queste (cliccando sulle lenti si arriva alla pagina delle foto di test), mentre per la FZ30 la pagina Raynox è questa.

Il DCR6600Pro è normalmente filettato a 52mm, per usarlo con un adattatore da 52mm (per esempio, sulla FZ10 e FZ20, l'adattatore Raynox RT5264P); purtroppo, a causa del formato della lente e delle dimensioni dell'adattatore, "vignetta" leggermente nelle foto in cui non ci sia piena luce.

Per la FZ30 c'è la stessa lente con una filettatura su misura, che non richiede adattatori: è il DCR6600Pro-55 (la FZ30 nasce già filettata a 55mm).

Per usare sulla FZ30 lenti filettate a diametro diverso (62mm, 52mm, etc) avrai bisogno di anelli adattatori stepper, che normalmente non sono forniti nelle confezioni.


Ho comprato una FZ30 e mi gasa parecchio la possibilità di aumentare ulteriormente lo zoom lavorando a cinque megapixel (caratteristica unica della Lumix FZ30: anziché "ricalcolare" l'immagine, usa solo la parte più interna del sensore)...

Comprare una 8Mp per poi lavorare a 5Mp è uno spreco non solo di soldi, ma anche di buonsenso. Scattare a 8Mp e poi a casa ridurre la foto a 5Mp o meno significa aumentare il dettaglio a scapito della risoluzione. Sul mio sito ci sono diverse "belle foto" a 741 pixel di larghezza, che originariamente erano da 5Mp (2560 pixel di larghezza) ma leggermente mosse e/o sfocate. La feature dei 5Mp "senza ridimensionamento" è stata aggiunta sulla FZ30 solo per riempire i depliant pubblicitari.


Bel sito! perché non apri un forum? Peccato che la FZ30 non abbia anche un "wide" veramente "wide"...

Le Lumix FZ10-20-30 sono delle ultrazoom, per cui era impossibile avere anche il grandangolo. Ci ha provato la Samsung (con la Pro815), da 28mm a 420mm equivalenti (quindi, a parte il 28mm, non ha nulla più della FZ30: eppure la chiamano "15× zoom ottico" per motivi... aritmetici!) ma non è stabilizzata e quindi... che se la tengano sugli scaffali!

C'è un motivo per cui non ho aperto un forum: sono molto critico nei confronti dell'andazzo dei forum, dove chi meno ha da dire più parla, chi meno capisce più spiega, etc. A stento riesco a rispondere al malloppo di email...!

E poi il forum è dispersivo: chi cerca un'informazione non la trova o al più trova qualche discussione attraverso un motore di ricerca, e trova un cumulo di chiacchiere, considerazioni, insulti, saluti, firme, faccine, banner, slogan, pubblicità... il forum non è mai una fonte di informazioni. Meglio usare pagine statiche come queste, rintracciabili attraverso i motori di ricerca, che non ti costringono a sfogliarti 57 messaggi (con gli umori altalenanti di quelli che a suo tempo parlavano, scherzavano e litigavano).


...e allora ti auguro tante belle foto!

Come ho scoperto a mie spese (dopo aver archiviato sull'hard disk migliaia di foto inguardabili), il problema non è ottenere tante buone foto, ma ottenere poche ottime foto. Le "tante foto" decenti ma non eccezionali sono in genere il rullino di foto delle vacanze da guardarsi qualche anno dopo nei momenti di malinconia. Le "ottime foto" sono quelle che non riesci a resistere alla tentazione di ri-guardarti anche a distanza di poco tempo, lamentandoti del fatto di avere un solo monitor e quindi un solo "desktop" per lo sfondo...

Sono stato al duomo di Monreale, scattando ad ogni occasione in cui non disturbavo. Senza il flash un sacco di foto venivano con un quarto di secondo di esposizione (il modo "P" non permette di più: occorre usare il modo "A" e forzare a F2.8 in modo che la Lumix ti selezioni tempi fino a un secondo), foto per giunta pure "mosse" (con un tempo così lungo lo stabilizzatore non riesce a far molto neanche se abbassi lo zoom ad 1×), e di centinaia e centinaia di fotografie ne sono uscite fuori mezza dozzina abbastanza guardabili. Foto non "ottime", ma comunque interessanti. Meno male che usavo le raffiche da quattro: ho il polso che non è proprio di granito, per cui le prime due o tre della serie venivano quasi sempre irrecuperabili.

Sulle prime è un po' frustrante dover combattere con cinquanta o cento foto scattate in un pomeriggio e rendersi conto che neppure una è "buona" (neppure ritagliandone la parte più utile). Ma poi ci si fa l'abitudine, e si scatta senza fare economia (salvo il buonsenso di non rimanere mai con troppo poco spazio sulla memory card) e poi scartare a casa... "Qui dovevo mettermi più lontano dalla sorgente di luce"... "Qui avrei dovuto usare il minimo ISO possibile"... "Qui era meglio un tempo più lungo: la prossima volta uso il modo A anziché il modo P"... Così si forma quella che poi chiamiamo esperienza.

A giudicare dalle foto che considerano "artistiche", i fotografi professionisti son gente con una tristezza colossale. Fanno foto cupe (vengono ancora più cupe se in bianco e nero e con poche chiazze illuminate) e pretendono che siano "belle". Magari lasciano un vuoto dentro (lasciano cioè un'emozione), ma non sono effettivamente "belle", a meno che la bellezza non abbia a che fare con la tristezza (ma questo è romanticismo per malinconici). E poi i fotografi hanno l'intelligenza di pubblicare solo quelle che sono veramente eccellenti (lo chiamano pomposamente "portfolio").

Uno di loro mi ha scritto qualche giorno fa una mail il cui sarcasmo mi è arrivato prima che lui cliccasse sul tasto per inviarla. Si faceva beffe delle mie foto da dilettante, mi indicava le sue (di una rara cupezza, veramente da depressione indotta), ridicolizzava la mia passione. Da parte mia non ho mai preteso di essere un "professionista", tanto meno far equivalere la passione alla bravura (e la "bravura" del fotografo spesso coincide con la fortuna: te lo dico per esperienza; quando càpita il momento buono, uno riesce a riprendere un'immagine spettacolare anche con una fotocamera scarsa), e ancor meno ho mai voluto chiamare "artistiche" le foto cupe.


Dopo aver letto le tue pagine mi son convinto a comprare una Lumix FZ20! Mi preoccupa solo il mirino elettronico (EVF)...

Tieni presente che la FZ20 è fuori produzione da settembre 2005, quando fu sostituita dalla FZ30 (per questo la trovi a prezzo così stracciato). Ora c'è addirittura in giro la FZ50, sempre a prezzo stracciato (eh, gli anni passano per tutti...)

Quanto al mirino elettronico (EVF) io sono assolutamente contento di quello della FZ20; ho provato di persona il mirino ottico di una reflex da un migliaio di euro (la Nikon D70S) e la differenza sta solo nel fatto che l'EVF è come l'LCD (rinfresca l'immagine 15-20 volte al secondo) per cui c'è un piccolo "lag" di cui tener conto. Cosa che però darà fastidio solo a chi è abituato al mirino ottico al punto da saper capire in quale frazione di secondo "cliccare" (quindi solo sulle foto "sportive").

L'EVF, poi, ti dà esattamente quello che "vede" il sensore; il mirino ottico è invece meno preciso (tipicamente il 95-98% dell'immagine).

Ti accorgeresti della differenza solo se sei un veterano del mirino ottico.

Quanto alle reflex, personalmente ne sconsiglio l'acquisto a tutti quelli che mi chiedono consigli. Se hai bisogno di un confronto tra compattona e reflex, allora vuol dire che non hai bisogno della reflex.

Un motivo per tutti: il tremendo costo per le ottiche accessorie (prova a farti fare un preventivo per una reflex con un paio di ottiche di qualità che coprano almeno fino a 300mm di zoom).


Ma in che modo la FZ20 ti permette di mettere a fuoco in modo manuale?

Sulla FZ20, mettendo in Manual Focus, quando giri il rotellone del focus manuale ti appare al centro dello schermo un'area col dettaglio ingrandito di ciò che vede il sensore, permettendo di focalizzare in modo abbastanza preciso (tranne se sei in piedi su una sedia di plastica, hai una fretta boia, il soggetto è assai distante, la luce è poca, e uno del servizio d'ordine sta minacciosamente avanzando nella tua direzione puntando il suo braccio contro di te e proferendo qualcosa che non capisci perché sei tutto concentrato sulla foto che vuoi scattare).


Quanta luce si mangia la lente addizionale DCR2020Pro? Posso ancora usarla con F2.8? sai, fotografo uccelli e ho bisogno di uno zoom quanto più lungo è possibile...

Ogni lente si mangia un po' di luce (è pur sempre vetro in più tra il soggetto e il sensore) ma si può usare ancora F2.8 (la fotocamera allungherà leggermente i tempi dell'otturatore).

Il fattore di moltiplicazione è 2,2× (che per certi versi è tantissimo, e per certi versi è pochissimo: infatti puoi "simularlo" in linea di massima allungando lo zoom digitale a "24×" e vedere se vale la pena avere uno zoom ottico paragonabile alle dimensioni del soggetto che vedi in quel momento con lo zoom digitale a circa "24×").

Da parte mia, sono finalmente stato convinto di aver speso bene i soldi solo molto tempo dopo, quando in un paio di occasioni si è rivelato eccellente: una di queste è stata quando dal pulpito della chiesa delle suorine di Forcella, al "presepe vivente" di Natale 2005, ho fotografato un primo piano della Sacra Famiglia che nessuno della torma dei fotografi incollati al palco era riuscito a ottenere... Una sola fotografia veramente ben fatta (questione di fortuna!!!!) è sufficiente a farti diventare "famoso" :-)

Gli accessori telefoto che si vedono in giro vanno in genere dagli 1,4× agli 1,7× perché è difficile ingrandire in modo "pulito" senza bruciare risoluzione visiva. Per fortuna il '2020 non mi ha dato finora l'impressione di mangiarsi dettagli (ha quel benedetto MTF 30% che è appena appena sotto il livello di decenza). Ci sono in giro delle lenti Tokina, pure filettate a 62mm come il 2020, che dichiarano 3×; sarebbero interessanti se non fosse che... costano troppo poco (una cinquantina di euro) e quindi sospetto che siano dei vetracci, o che si mangino troppo dettaglio nell'ingrandire.

Sì, a fotografare uccelli lo zoom sembra non bastare mai, anche se c'è già una gran bella differenza tra chi ha una fotocamera da 200mm di zoom e chi ne ha una da 432mm equivalenti. Da parte mia, proprio perché hai parlato di fotografia naturalistica, non esiterei a consigliarti l'acquisto... ma i soldi sono i tuoi, per cui prova a scattare un po' di foto di prova con "24×" (zoom digitale) per valutare da te se quel di più vale tutti quegli euro del tuo portafoglio.

Nota: in tutto questo non abbiamo parlato di treppiedi: anche con lo stabilizzatore, è decisamente difficile scattare una foto "a mano" (per giunta con una lente così lunga e pesante), spesso anche in condizioni ottimali di luce.


Napoli: Castel dell'Ovo in tarda serata

e-mail - continua (next page)