continua (next page) Chicca e... index Frasi Famose index La MegaDitta Da grande voglio entrare in aeronautica per imparare a pilotare gli elicotteri! Mi spieghi i comandi per pilotare un elicottero? Come si fa per andare avanti quando si è fermi?

Calma, non facciamo confusione!

  1. il brevetto di pilota civile di elicotteri lo rilasciano solo le scuole di volo (ce ne sono diverse in Italia, per lo più al nord); e comunque le spese per ottenere il brevetto sono alquanto alte... non è uno "sport" per chi deve vivere col suo stipendio;

  2. il brevetto di pilota militare lo rilascia solo l'Aeronautica Militare (il solo ente statale abilitato al rilascio di tali licenze): tutte le Forze Armate, infatti, avviano il proprio personale selezionato al 72' Stormo di Frosinone dove avviene la formazione (per esempio per il brevetto sull'NH-500E occorrono circa otto mesi). Le selezioni ovviamente sono durissime (il fatidico test di attitudine al volo, tanto per cominciare);

  3. i comandi sono: la pedaliera (piede destro e piede sinistro, fanno leva sull'inclinazione delle pale del rotore di coda, per cui serve a girare su sé stessi verso destra o verso sinistra); il "collettivo" (alla mano sinistra), che serve a variare l'inclinazione delle pale del rotore di testa (tirandolo verso l'alto, spinge giù più aria e quindi il velivolo tende ad andare più in alto), più la "manetta" sulla stessa leva (che serve per dare "più gas" al motore), e infine il "ciclico" (alla mano destra) che serve a cambiare l'inclinazione dell'asse del rotore (ovviamente non sono sempre disposti nel modo che ho indicato).

Per esempio, se l'elicottero è fermo per aria ("hovering"), per andare avanti occorre spingere in avanti il "ciclico" (così il rotore di testa spingerà un po' meno aria verso il basso e un po' di più verso dietro) e girare verso l'interno la "manetta" e contemporaneamente tirarla un pò verso l'alto (per bilanciare la minor spinta di aria dovuta alla manovra fatta col ciclico). Per "rallentare" occorre fare la manovra inversa. Se c'è vento, occorre inclinare un pò anche nella direzione contraria del vento (per bilanciarne l'effetto).

In questa foto sono seduto ai comandi di un Agusta AB139. Il "ciclico" sta in mezzo, e il "collettivo" sta sulla sinistra (nella foto quest'ultimo non si vede), e i miei piedi sono sulla pedaliera (li ho allargati per far notare i pedali).

In questa pagina è descritto l'EH101 (i 23 elicotteri US101 che l'Agusta-Westland e Lockheed-Martin forniranno al presidente degli USA sono versioni leggermente modificate dell'EH101).

In una delle foto di lì si vede la postazione di guida (non mi sono potuto avvicinare di più per la foto perchè avevano messo un cordone per non far entrare nessuno). Su quasi tutti gli elicotteri c'è un doppio posto di guida in modo che il pilota può lasciare i comandi al copilota in caso di necessità (per quasi tutti gli elicotteri è previsto un equipaggio di almeno due persone, pilota comandante e copilota, e molti altri elicotteri - come l'EH101 ed il Chinook CH47 - hanno bisogno di un terzo membro di equipaggio, detto "specialista").

Nella postazione di guida sulla destra si vede bene sia la pedaliera, sia il "collettivo" (sulla mano sinistra), sia il "ciclico" al centro. Come puoi vedere dalle foto, a parte questi pochi comandi base, tutta la strumentazione è disposta diversamente, varia da elicottero ad elicottero.

Infatti, come per gli aerei, il brevetto di pilota non ti abilita a "qualsiasi" elicottero, ma solo su quelli su cui hai preso la specifica abilitazione (per ogni modello di elicottero, bisogna sostenere un esame specifico e fare da 6 a 50 ore di volo minime con l'istruttore, prima di prendere l'abilitazione, a seconda del tipo di elicottero - infatti poche persone sono abilitate a più di uno o due modelli). Per giunta occorre rinnovare ogni anno la licenza (con ulteriori ore di "ripresa volo"), con tutti i costi che ciò comporta.

La strumentazione dell'EH101 è tutta in elettronica (come vedi nella foto ogni pilota ha quattro display davanti, più uno piccolo sulla plancia al centro in basso) mentre quella degli AB412 ha "poca" elettronica.

Per vedere da vicino (e un po' anche dentro), a luglio degli anni dispari c'è l'EliShow a Roma (la mostra sugli elicotteri di cui ti parlavo, e pure con un gran numero di unità delle forze armate), dove ho scattato quasi tutte le foto che vedi in queste pagine.


Per la colossale foto di qui sotto (veramente da leccarsi i baffi) devo ringraziare Marco, proprietario dell'elicottero Dragonfly e del fuoristrada parcheggiato accanto...


Un Dragonfly in garage accanto al fuoristrada

indietro (previous page) - home page - send e-mail - continua (next page)