main index ATTENZIONE! WARNING!! SPOILER AHEAD!!!

Questa pagina tratta di un episodio della serie Ghost in the Shell: Stand Alone Complex 2nd GIG.

La prima serie di Stand Alone Complex è discussa qui.


08: Vegetarian feast - fake food (festa vegetariana - cibo finto)

Qui viene introdotto un altro punto caratteristico di questa seconda serie: i cybercervelli tenderebbero non ad essere "individualisti" (come l'uomo - ogni uomo "sa" di essere unico nell'universo, e pertanto si comporta in quanto tale, tende sempre a comportarsi in quanto tale) ma ad essere "cooperativi" (fondendo percentuali sempre maggiori di sé in qualcosa che li aggrega). Il Laughing Man era un risultato "cooperativo", ci viene detto qui (e, stante la teoria presentata finora, è una chiave utilissima per capire il resto di questa seconda serie).

Ma dietro l'invenzione fantascientifica c'è un messaggio appena appena leggibile: che cioè gli aggregati religiosi (teorie, miti, tendenze) e ultimamente il senso religioso stesso dell'uomo, sarebbero un risultato di questa tendenza delle macchine (i cybercervelli di questa serie ed i cervelli umani del nostro mondo reale) ad "aggregarsi" e a tendere ad un'unità superiore.

Un'entità più alta indirizzerà dunque sentimenti e comportamenti non meno che un software in una serie di macchine in rete: l'autore di questa serie sta tentando di dimostrarci che il fenomeno religioso (in queste due serie addebitabile prima al "Laughing Man" e poi ai "Particularist Eleven") sarebbe niente più che un risultato del "networking" di pensiero (pensiero di uomini nel nostro mondo reale, e puro scambio dati nel mondo rappresentato in tutti gli episodi di Ghost in the Shell delle varie serie). E cioè che la religione sia in realtà un puro nome dato al fenomeno macroscopico del networking.

La faccenda dei rifugiati comincia a delinearsi chiaramente: una massa di straccioni, "ghettizzati" in alcune zone del Giappone (Tokyo e Nagasaki; la nuova capitale del Giappone sembra essere New Port City, anche se in entrambe le serie non viene mai detto), disperati e probabilmente pronti a tutto. I rifugiati sembrerebbero cinesi e taiwanesi, risultato della terza e quarta guerra mondiale.

C'è un altro grosso motivo di interesse su questo episodio: Aramaki decide di indagare in proprio sui Particularist, per non dipendere da Gouda, e si scopre che la sezione 1 e la sezione 9 vengono allegramente rifornite di false informazioni (per l'appunto, "fake food", dove "food", cibo, è inteso in senso lato). Volano proiettili, ma all'origine c'è chi ha la capacità di manipolare le informazioni. La guerra "fisica" è solo il risultato del cesello delle informazioni da parte di chi può - a lungo termine - presentare le categorie di buono e cattivo. Già nell'epoca nostra contemporanea, la vera sede della guerra è con ogni probabilità nei media.

Giudizio complessivo: gustosissimo episodio, da non perdere.


Quei tre monaci presso la pieve...

home page - continua (next page)