continua (next page) main index

Below, Chip Special - an Italian computer magazine dated June 1984.
Qui sotto, "Chip Special, mensile di programmi per micro e personal computer", numero 1, giugno 1984, prezzo di copertina L.6000 (ouch!), casa editrice Tecniche Nuove. La rivista è in cartoncino, incollata alla meno peggio. A parte la copertina contenente un po' di pubblicità di libri, e a parte la pagina di editoriale, contiene solo listati (e qualche breve commento agli stessi).
(clicca qui per le altre riviste).

Nell'era dei pionieri le riviste "di informatica" spuntavano come funghi... Questo è un esempio di come la Tecniche Nuove abbia messo in piedi un mensile in fretta e furia - non me ne vogliano: è solo una mia opinione, ed è perfettamente plausibile che una casa editrice cerchi di ritagliarsi le ultime briciole di un mercato già saturo... se il prezzo della rivista sembra infatti alto, si può sempre guardare a pagina 2, dove viene pubblicizzato il libro "77 programmi per Spectrum" edito dalla stessa casa editrice, di 150 pagine, e del costo di 16000 lire!

Il nome della rivista serve evidentemente solo a costringere i lettori di "Chip" a comprare anche questa. Il disegno in copertina è a dir poco raffazzonato. Vi compare un'enorme scritta "ZX", e poi in piccolo un "81" a destra e uno "Spectrum" subito sotto. Listati fatti con la Zx Printer

Questa rivista contiene 84 listati, tutti (ma proprio tutti) per lo ZX81 della Sinclair. Con grandissima probabilità, si tratta di materiale tedesco (a giudicare da una riga di copyright in onore della Vogel Verlag in fondo al box della terza pagina) tradotto in fretta e furia in italiano (dopotutto si tratta solo di qualche comando "PRINT" e qualche altra scritta), giacché il mercato dello ZX81 era ormai chiuso da un pezzo (lo Spectrum era in giro in Italia da quasi un anno, e già aveva mostrato le sue colossali capacità).

Il tempismo di Tecniche Nuove mi fa sospettare che abbiano pensato bene di travasare in Italia software tedesco oramai prossimo alla "scadenza" (in Italia fino a quel momento si era visto al più del software inglese più o meno tradotto); in Germania lo ZX81 è stato venduto molto più che in Italia (ed infatti attualmente, nel 2003, ci sono ancora dei fan dello ZX81... tedeschi, ovviamente!)

Cito qui l'editoriale-introduzione (errori compresi!); tenete conto che la rivista è stata pubblicata nel giugno 1984, quando già altri computer (a cominciare dallo Spectrum) stavano vendendo centinaia di migliaia di unità:

Nessun microcomputer ha mai avuto fino ad ora un così grande successo di vendita come lo ZX81. In tutto il mondo son in funzione 600.000 unità di questo piccolo apparecchio nero. Il desiderio di comprendere il computer: cosa può fare e quali limiti ha, non è mai stato così forte come oggi. I computer stanno cambiando il nostro mondo, ma noi oggi possiamo difficilmente prevedere fino a che punto. È comunque essenziale imparare a convivre e a misurarsi con essi. Per molti, lo ZX81 ha rapppresentato il primo passo. Grazie alla sua versatilità e al suo prezzo estremamente economico, lo ZX81 è stato acquistato anche da persone che non avevano mai avuto a che fare con i computer. Taluni, che usano i computer quotidianamente o per il lavoro, sorridono benevolmente davanti a questa piccola macchina. Noi no: anzi pensiamo che sia una cosa sensata cercare di offrire interessanti programmi a chi lo usa. Troverete in questo libro un ampio assortimento di programmi che in parte possono essere utilizzati anche per lo ZX 81 Spectrum, in particolare quelli che non hanno i comandi PEEK e POKE. Tutti i programmi di questo libro vi possono comunque dare lo spunto per nuove e personali idee. Cambiate i programmi, preparatene di nuovi! Cercate di ottenere il meglio dal vostro computer! Buon divertimento!


La copertina della rivista, disegnata alla buona...

indietro (previous page) - send e-mail - continua (next page)