continua (next page) main index

South Italy, February 2002: the "FishSeller's Three-Wheels Concept Car"!
Eccolo, è proprio lui: è ù tr'rròt' ró pìsciaiuólo (il triciclo del pescivendolo), come lo chiamano dalle mie parti. Ardìto e temerario, l'autore dello scatto di qui sotto ha immortalato quella che già volge verso la leggenda, ma è ancora storicamente visibile e verificabile a tutt'oggi!

Si tratta di un triciclo Ape leggermente danneggiato ma ancora funzionante ed attualmente ancora in uso per gli scopi per cui era nato e fu acquistato dalla Piaggio. Come è possibile vedere nella foto sotto, la portiera destra non esiste più da tempo. Anche il sellino è scomparso, e il suo posto è stato preso da una sedia metallica bianca con qualche graffietto ma ancora decisamente funzionale (quantunque la spalliera nera originale Piaggio, pur coperta da uno strato di polvere sulla parte più alta, non sia ancora andata a male).

La sedia poggia su una lastra metallica bianca (intonata alla sedia) a coprire presumibilmente un buco nel pavimento e, a giudicare dalle vistose "mangiate" di ruggine nelle lamiere poco più avanti nella zona dei piedi, è difficile pensare diversamente. In primo piano è visibile anche una piastra per arrostire pure coperta da polvere secolare, e destinata pertanto ad altro utilizzo che ora ci sfugge (essendo ad immediata disposizione di chi guida e di chi è fuori, è difficile pensarla come sola zavorra).

Parzialmente coperti dalla sedia, sono visibili una cassetta per la frutta (in plastica grigia), una casseruola ed altri oggetti di difficile identificazione. C'è da notare infine la quantità di fili elettrici che discendono dal pannello di guida e la notevole batteria, accomodata mollemente a terra sotto la sedia in posizione assai avanzata (che funga anche da poggiapiede durante la guida? oppure, a fronte di una potente frenata, è scivolata in avanti trattenuta solo dalla gamba della sedia e dai morsetti scoperti?).

Insomma, sono arcicontento di poter presentare un prodigio della tecnologia tuttora in uso per quanto in apparenza malandato. In barba agli sprechi, e pur nella sua finitura spartana, quel mezzo rappresenta anche un buon condensato di napoletanità ed un'elogio del senso del proprio lavoro.

Nota: la foto è stata scattata di sera; il veicolo, infatti, viene regolarmente parcheggiato in strada, di fronte alla pescheria.


Click here for Photo Gallery index page

home page - send e-mail - continua (next page)