main index Il Capobanda!!! La mia tesi di laurea Index of UNOFFICIAL Circumvesuviana Home Page Nell'immaginario collettivo l'elicottero è quell'arnese che riesce a decollare e atterrare verticalmente.

Nelle mie pagine mi sono sforzato -inutilmente- di spiegare qualcosa di più. Inutilmente, poiché se c'è qualcosa che "spiega bene" che cos'è un elicottero, è il vederlo in azione.

Il video che vi propongo qui sotto mostra cos'è e come vola un elicottero.

Osservando attentamente il video, si capisce che l'elicottero vola "appeso" al proprio rotore, seguendone l'inclinazione dell'asse (che "dirige" il flusso di aria in qualsiasi direzione, non necessariamente la verticale) e l'inclinazione delle pale (che regolano il flusso).

Questa capacità di controllo è davvero unica, e si vede nelle evoluzioni che compie il pilota "giocando" con la forza di gravità.

Il pilota in questione, italiano, è un vero professionista (vorrei avere la possibilità di stringergli la mano per ringraziarlo).

L'elicottero è un Koala della Agusta, con rotore a quattro pale (a causa del frame-rate della videocamera - circa doppio rispetto alla velocità di rotazione del rotore - sembra averne otto).

Lo scenario innevato (e disabitato) è sulle Alpi.

Qualche mio commento su quel che si vede nel video.

1) Non sono "acrobazie".

Personalmente ritengo che tale volo non sia da classificare come "acrobatico" (in ogni caso, che io sappia, non esiste certificazione per volo acrobatico in elicottero).

Si tratta solo di evoluzioni davvero ben fatte. Un po' come quando osservate il guidatore di una certa esperienza che parcheggia l'auto in curva e in salita "centrando" il posto con una sola manovra in retromarcia.

Per esempio, il pilota non effettua nessun "360" (volgarmente detto "cerchio della morte"): cabra e rientra solo per acquisire velocità di traslazione (in uno dei fotogrammi della prima parte del video mi pare di vedere una velocità windspeed di 140 knots, cioè 260 km/h).

2) Su un'area disabitata.

L'area su cui sono state effettuate le evoluzioni è visibilmente disabitata (il rifugio di montagna che appare in una delle sequenze più spettacolari, non è un'abitazione).

Inoltre il cono di vista della videocamera utilizzata esalta molto la vicinanza degli ostacoli (notevolissimo il passaggio tra i due costoni di roccia).

Dunque si tratta di manovre spettacolari ma non acrobatiche, pericolose solo per chi non sa compierle (come il neopatentato incapace di parcheggiare l'automobile in uno spazio angusto), per di più in zona disabitata. E comunque, se per ipotesi un matto qualsiasi decidesse di andare in una zona disabitata con la sua auto per provare manovre pericolose, nessuno avrebbe da ridire (fintantoché ne esce incolume).

3) I commenti degli sboroni e dei moralisti

Alcuni arguti commentatori, per evitare una possibile strage di cretini che tenterebbero miseramente di emulare un bravo pilota mettendo però a rischio la vita propria e degli altri, hanno commentato dicendo che il bravo pilota sarebbe stato seriamente redarguito, l'elicottero


Nota: questa è la prima e ultima volta che metto un link ad un video su YouTube nelle mie pagine: se il video sparisce, pazienza (ne ho conservata una copia, ma dubito di poter mandare quella ventina abbondante di megabyte con la mia connessione lenta).