continua (next page) Chiappariello e... main index

Italian trains for high volume passengers traffic: ALE-426.
L'idea geniale è in questa domanda: costa più "raddoppiare" in altezza (e capienza) i treni, oppure raddoppiare in lunghezza le stazioni?

Da un po' di anni sono in circolazione vetture passeggeri "a due piani", che sfruttano le dimensioni della massima sagoma utile della rete ferroviaria italiana. La loro evoluzione è il TAF, "treno ad alta frequentazione" (si tratta dell'ALE-426, mentre le vetture non automotrici sono le LE-736), abbastanza elegante e non troppo angusto (per quanto le misure potevano permettere).

Nella prima immagine, due Treni ad Alta Frequentazione nella stazione di Napoli Centrale, in servizio sul tratto Napoli-Cancello-Caserta. Anche su questi sono presenti i collegamenti elettrici e ganci a BT (notare la copertura di protezione, quella di colore arancione) ed i sottili respingenti di forma cilindrica (come sulla E464).

Piccola parentesi: vedo pochi TAF in giro, e pertanto ho ritenuto valesse la pena dedicargli una pagina. Mi sbagliavo: pare che il TAF sia abbastanza diffuso, l'ho notato leggendo le lagne di un altro appassionato di fotografia di treni...!


Due TAF nella stazione di Napoli Centrale

Interni: dettaglio del secondo piano

home page - send e-mail - continua (next page)