main index Avevo ordinato su uno shop on-line a prezzo ragionevolmente stracciato un paio di casse altoparlanti Logitech LGT-S120.

Delusione totale: non funzionano, ho dovuto ripararle.

Le avevo provate su 4 computer diversi (in un caso il driver Windows ha chiesto se si trattava di un jack da cuffia o da line-in): il LED si accendeva ma le casse restavano mute. Al massimo volume si sentiva solo un vago ticchettio di sottofondo, appena appena udibile accostando l'orecchio alla cassa.

Dato che i miei hanno provveduto a gettar via la confezione non posso farmele sostituire, per cui le smonto tentando di fare una diagnosi. Come si vede nelle foto, non ci sono viti ma una chiusura a incastro (aprirle significa lasciare segni che invalidano la garanzia).

Nella cassa sinistra c'è un trasformatore da 220V a 5V (4.8V misurati), sempre acceso (anche quando la manopola accensione/volume sta su "spento"), con un assorbimento massimo dichiarato di 40mA (poco meno di 9 watt, picco raggiunto nei primi due secondi circa dall'accensione). I colori disordinati dei cavi fanno pensare che questa sia una riedizione di casse che nel modello precedente prendevano l'alimentazione da una porta USB.

Gli altoparlanti nascosti dietro le eleganti grigliette metalliche nere risultano da 5 watt 4 ohm e sono di qualità decisamente superiore a quelli delle comuni casse audio per PC. Anche il plug delle cuffie e la manopola accensione/volume sono fermamente saldati e di ottima qualità. Le casse, con un foro sul retro, sono comunque un po' più alte del necessario.

Nella cassa destra c'è un circuito di amplificazione basato sul chip MD2203M (nella versione DIP 16 pin), che ha un rating di 2,2 watt per un carico da 4 ohm. Anche questo con componenti discreti (niente SMD). L'alimentazione arriva regolarmente al circuito (anch'esso fissato con due viti). Il chip non viene alimentato quando la manopola è su "spento". L'input delle casse risulta regolare.

Il pin 1 del chip, con funzione di "shutdown", non risulta collegato. Esiste una pista verso una resistenza, marcata R11 sul circuito, ma R11 (che dall'altro capo avrebbe l'alimentazione VDD 5V) è assente. I fori di R11 sono regolarmente stagnati, cosa che potrebbe far sospettare un difetto di produzione piuttosto che un risparmio di un componente.

Cortocircuitando inavvertitamente il pin di shutdown e la massa, le casse cominciano a funzionare regolarmente (come se lo shutdown fosse un po' "floating" e non avesse un pull-down). Spegnendole e riaccendendole, le casse non sempre riprendono a funzionare.

Stando al datasheet del MD2203, il pin di shutdown assorbirebbe 1.2ua in standby, ossia per mandarlo in shutdown bisognerebbe interporre tra lì e VDD una resistenza attorno ai 3600 ohm. Me ne ritrovo una da 3280 a portata di mano e faccio una prova, confermando che in tal caso resta regolarmente silenziato.

Mi arrendo dunque all'involontaria "porcata" scoperta prima e metto in corto shutdown e massa (pin 1 e 3 del '2203) e le casse riprendono a funzionare normalmente (e non chiedono più quegli 8-9 watt all'accensione). Non posso certificare la soluzione perché per ripristinare il funzionamento era sufficiente un attimo di corto, mentre questo hack tiene perennemente a massa il pin (è pur vero che nell'application example lo shutdown non era connesso); sto però abbastanza tranquillo perché spegnendo con la manopola di accensione/volume viene comunque tolta l'alimentazione al '2203.

Il guasto riscontrato fa fare una pessima figura alla Logitech. Le casse, chiuse ad incastro, non si possono aprire senza rovinarne i bordi. Probabilmente si tratta di una partita di '2203 "cinesi" col pin shutdown un po' più viziato, problema che incredibilmente non è stato affrontato (chissà quanto è vecchio il progetto: magari i circuiti risalgono a parecchi anni fa, da qualche avanzo di magazzino... me lo fa pensare l'assenza totale di componenti SMD).

Conclusioni:

- suono alquanto denso, che con un volume non altissimo non presenta traccia di fruscii e rumori di fondo;

- i componenti essenziali sono di pregio ma la costruzione è cinese (e il suo alimentatore è sempre in tensione anche quando le casse sono spente);

- grosso modo il prezzo è giustificato... quando le casse funzionano.


L'interno delle casse

Dettaglio dell'alimentatore

send e-mail