main index Clicca qui per le mie pagine sulle fotocamere digitali!

Una brevissima nota sulla FZ30 rispetto alla 350D è qui.


Canon 350D: commento 1
Questa è una delle tante email che mi hanno scritto...

Essendo, come te, amante della fotografia digitale "comoda", ti volevo del tutto supportare su un giudizio tuo che ho letto in più punti delle tue pagine, e cioè che le compattone "Pro" (come Lumix FZ20, Minolta Z5, Nikon 8800) sono il gradino prima delle reflex digitali, ma quelle vere, non quelle entry level.

Ecco: dopo aver comprato una modernissima Canon 350D, accoppiandola ad uno zoom di qualità (17-40L/4), dopo tre mesi di foto, ho concluso di aver buttato via 1600 euro!

Abituato alla foto chimica con esposizione manuale con ottiche fisse, pensavo di trasferire quel mondo sul digitale. Mai fui così tanto deluso! La 350D fa cagare sotto tutti i punti di vista:

Insomma: una specie di compattona-reflex che non ha nessun vantaggio, né della reflex né della compatta.

La qualità delle foto è simile a quella delle compatte pro. Vero che agli alti ISO non c'è proprio rumore (ma è una elaborazione software fatta direttamente in macchina e che si può fare sul pc con programmi appositi), vero che quanto ai tempi è velocissima (ma io non la uso per sport). Ma è incredibile che la Canon abbia fatto una cagata di macchina come questa!

Minolta 7D ed Olympus E1, sì che hanno un corpo vero da reflex. Mica 'sta ciofèca!! Ed hanno anche una immagine migliore.

Ho postato queste mie impressioni, con tanto di prove di foto in giro per i siti. Non ti dico gli insulti: i tipini più delicati dicono che dipende da me (non direi, visto che io fotografo in manuale da vent'anni con slides e non ne cannavo una!)

Ma la novità vera che ho appreso è che, comunque sia, questa è in fin dei conti una reflex entry level, e che una vera reflex costa sui tremila euro, e che in ogni caso i file li devi trattare con Photoshop (ma allora che reflex è, se devi per forza trattare tutte le foto pur di avere una qualità almeno paragonabile ad una "compattona"?)

Dico: il fotoritocco in teoria dovrebbe servire per QUALCHE foto, cioè un'eccezione, non la regola! Altrimenti che senso ha la fotografia digitale? Mica posso perdere una vita a editare foto! A quel punto è meglio la pellicola: scatti ed è fatta.

Ma poi ho finito col prendere la digitale per i suoi pregi rivoluzionari:

E però con la 350D non mi è andata proprio così, per i motivi detti sopra. E neanche fossimo tra sostenitori taliban della Canon, non c'è stato verso di far capire queste critiche, tutti pronti a stracciarsi le vesti e a dire che "Canon è il massimo!"... siamo al feticismo puro.

Sia chiaro: i file prodotti sono certamente migliori di quelli delle compattone, ma non di tantissimo, per cui penso che il gioco non valga la candela... e poi a comprare obbiettivi e accessori vari, o spendere migliaia di euro per una vera reflex... con quei soldi ci fai vagonate di slide o cose altrettanto serie...

Una enorme delusione. Ho deciso allora di vendere tutto e di comprarmi una bella Lumix FZ20. Che te la metti in tasca e ci fai tutte le foto possibili. A qualità elevata, e divertendocisi. Cercando nel frattempo di resistere alla tentazione di ritornare al chimico, con una bella manuale Leica...!


Mio commento alla email sopra citata: è da tempo che sto ricordando a tutti che la fotocamera perfetta non esiste, tanto meno esisterà mai, e ancor meno esisterà quella che fa miracoli nelle mani di un dilettante. È stato un piacere ricevere la sopraindicata email, perché conferma quel che avevo intuito da tempo - che cioè non necessariamente la "marca famosa" e la "spesa elevata" a disposizione di "mani non dilettanti" portano ad un risultato assolutamente incontestabile...

Vorrei farvi rileggere un attimo un dettaglio molto importante:
ho postato queste mie impressioni, con tanto di prove di foto in giro per i siti. Non ti dico gli insulti: i tipini più delicati dicono che dipende da me (non direi, visto che io fotografo in manuale da vent'anni con slides e non ne cannavo una!)...

Ma come potete leggere qui sotto, non era l'unico ad avere qualcosa da ridire. C'è qualcun altro che non è proprio contentissimo della sua 350D, e che mi scrive...

Canon 350D: commento 2

Ti scrivo solo per rallegrarmi del fatto che, finalmente, in mezzo a tante recensioni stratosferiche sulla 350D, c'è una voce fuori dal coro che segnala le magagne che sto notando io in questa macchina.

Ce l'ho da qualche mese, proprio con l'idea di avere su digitale lo stesso piacere che avevo sulle reflex 35mm, e sono molto, molto deluso. Innanzitutto il feel della reflex non c'è anche solo guardando il mirino: con la focale 50mm sembra di guardare in un grandangolo, tutto è rimpicciolito, manca del tutto quel colpo d'occhio arioso e avvolgente che si ha guardando nel mirino di una vera reflex. Colpa del formato? OK, ma comunque già solo questo non la rende una reflex come dico io. Vedi come nel telemetro delle digitali a telemetro.

E poi la qualità delle foto: piatte, insignificanti, fasulle. Tutte (proprio tutte) da ritoccare. Ho cambiato ottiche, ma anche con un bell'EF 70-300 USM stabilizzato (pagato un cifretta): il risultato non è altezza delle aspettative (una specie di micromosso che non dà quella croccantezza che si vuole). Ho anche una Canon S50 (ottima macchina, flessibile, intelligente, ci ho fatto di tutto): dirò un'assurdità, ma non vedo grandi differenze di qualità rispetto alla 350D. Ho avuto una Coolpix 5000 e devo dire che la presenza, i colori, la nitidezza di quella Nikon erano un altro pianeta.

Ho in effetti provato tutte le funzioni della 350 (WB, contrasto, nitidezza, temperatura, etc), però alla fine resta il fatto che le foto risultano piattine (se non le ritocchi dopo). Già meglio quelle fatte in manuale (o con sotto/sovraesposizioni volontarie), però lo stesso posso fare con la S50 (ricca di controlli manuali). In buona sostanza, la mia opinione è che la 350D non solo non fa foto belle come le "vere" reflex, ma non le fa neppure sufficientemente più belle di quelle fatte con le compatte per giustificare il portarsi appresso il corredo da reflex!

Se devo descrivere questa Canon 350D direi che è una normalissima digitale (di qualità) "vestita" da reflex, per una questione puramente commerciale, per dare al fotografo della domenica un mezzo che gli dà il look del professionista: corpo da reflex, obiettivoni... un po' come quelle moto 50cc carrozzate come le Ducati.

Quest'estate ho portato la 350D, la piccola S50 e la mia vecchia Yashica FX-D con il solo 50mm (e pellicole Velvia 64 ISO), e ho provato a fare le stesse identiche riprese: differenze abissali. Il risultato è che quelle fatte con la 350D qualitativamente parlando sono assolutamente paragonabili a quelle fatte con la S50 (salvo le focali: la S50 non ha il 200mm evidentemente) ma sfigurano in modo clamoroso con quelle fatte su pellicola. E allora, che senso ha avere la reflex digitale?

Questo è il punto: non ignoro che il sensore non dà (per ora) il risultato della pellicola, non sto certamente paragonando pellicola con digitale. Sto paragonando digitale compatta con digitale reflex (350D) e la mia conclusione è che - anche a causa dei limiti tecnici di cui si parlava in questa stessa pagina - non ha molto senso portarsi dietro borsa e obiettivi se poi, quando riprendi, non hai lo stesso feeling della reflex tradizionale... e quando scarichi le foto, il risultato non è molto migliore di quello che ottieni con una bridge o una buona compatta. E non è tanto una questione di risoluzione: è questione invece di colori, di presenza, di contrasto...

Non disdegno affatto la digitale (anzi sono uno di quelli che ci si è buttato subito a pesce mettendo in soffitta le 35mm), continuerò sicuramente a divertirmici. Solo, la mia esperienza attuale e quella che ho maturato con varie digitali negli ultimi anni mi sta dicendo che tra una reflex digitale entry level e una buona compatta (come per esempio era la Nikon Coolpix 5000) non ci sono clamorosi salti di qualità in termini di resa delle immagini e che quindi, parlando della digitale, privilegiare la praticità e la tascabilità forse non è così scandaloso...

E allora sono anch'io tentatissimo di vendere tutto il corredo e prendere una bridge (tipo la Pro1 o la 8800): dopotutto il risultato è lo stesso e il feeling della reflex non esisteva comunque neanche con la 350D.

Grazie del tuo tempo, volevo solo sfogare la mia soddisfazione per aver constatato che le mie impressioni sulla 350D sono condivise almeno da qualcuno altro (e non sono frutto del mio cervello bacato).


Mio commento alla sopraindicata email: ho ricevuto, tra gli altri, anche commenti critici di gente che ha letto questa pagina, che mi accusa di "confrontare" (?) la FZ20 con la 350D, ordinandomi di aggiungere per "par condicio" un commento favorevole alla 350D.

Ciò non è neppure lontanamente scopo del mio sito (come si può notare sfogliando le mie pagine) e non avrebbe alcun senso confrontare la FZ20 con la 350D. La prima è una compattona economica (per giunta per pochi euro in più si può comprare la FZ30, uscita a settembre 2005 o la FZ50 uscita a settembre 2006) e la seconda no: la 350D, se accoppiata ad un'ottica non sufficientemente seria (e costosa) darà pessima prova di sé (il che significa che il budget per una Lumix è di alcune centinaia di euro, mentre per una 350D c'è da spendere più del doppio, e non copre neppure lo stesso range ottico della compattona ultrazoom). Con meno di un migliaio di euro, all'inizio del 2005, uno come me poteva "coprire" dal 24mm al 950mm equivalenti di zoom ottico (incluso flash esterno con guida 36): per salire al gradino successivo sulla scala della qualità (cioè alle reflex), mantenendo le stesse possibilità, occorreva un esborso assolutamente spaventoso.

Quanto alle recensioni positive sulla 350D (e sulla 300D), ti basta semplicemente girarti intorno; ovunque (dico proprio "ovunque") troverai non meno che elogi sperticati (per lo più basati sul presupposto che "è una Canon, dunque..."), e se qualcuno ha da ridire gli saltano tutti addosso (specialmente quelli che non possiedono una EOS) per dirgli che è un incompetente, che non la sa usare, che ha un pessimo corredo di ottiche e via insultando.

Da questo punto di vista, aggiungere una opinione opposta in onore della "par condicio" (così come mi veniva "richiesto") significherebbe accodarsi al coro unanime della tifoseria Canon, che non è esattamente la mia massima aspirazione nella vita. Peraltro è significativo che la suddetta "par condicio" venga chiesta alla rara voce critica (più unica che rara) anziché agli eternamente autoincensanti tifosi della Canon EOS...

Detto fra parentesi, non amo molto il termine "par condicio" perché viene usato per imporre che quando uno dice 2+2=4 devi necessariamente appaiarlo ad uno che dice 2+2=5 e magari pure uno che dice 2+2=2, dando a questi ultimi la stessa dignità e rilevanza del primo.
Considerazioni conclusive: a distanza di tempo noto che questa è una delle pagine del mio sito che mi ha meritato più email infuriate - tutte nello stile del "non sai usarla, fattela sostituire, sei un imbecille, le mie foto sono perfette, fattela riparare, non hai capito niente del RAW, a me l'hanno riparata..." (citazioni testuali).Non mi meraviglia che qualche possessore della Canon EOS 350D sia contento della propria fotocamera. Continua a meravigliarmi, invece, che ci sia gente che si senta mortalmente offesa da rilievi critici (non miei, ma di possessori della 350D) apparsi in questa pagina...

Napoli, centro direzionale (con una Lumix FZ20)

e-mail - continua (next page)